Agenti del Commissariato di Gallipoli in azione, in città e a Sannicola

730

Gallipoli – Non rispetta i limiti previsti dall’affidamento in prova ai servizi sociali e finisce in carcere.

L’arresto è stato eseguito ieri pomeriggio a Gallipoli dagli agenti della squadra di polizia giudiziaria del locale Commissariato nei confronti di un 40enne gallipolino per aver ripetutamente violato le prescrizioni previste per l’affidamento in prova ai servizi sociali, misura alternativa alla detenzione.

A Lecce in carcere

L’arresto è stato effettuato in esecuzione dell’ordinanza emessa dall’ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Lecce. L’uomo è stato accompagnato in carcere a Lecce dove sconterà la pena residua per reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sempre gli agenti del Commissariato di Gallipoli, insieme ai militari della Stazione dei carabinieri di Sannicola, hanno accompagnato presso una comunità terapeutica di Matera un cittadino marocchino, da anni residente a Sannicola, accusato di aver adescato alcune bambine per fini sessuali. Nei suoi confronti è stata applicata la misura di sicurezza provvisoria della libertà vigilata per la durata di un anno con la prescrizione della permanenza presso la comunità terapeutica.

La colluttazione

L’uomo, inoltre, nel tentativo di opporsi all’intervento da parte dei poliziotti ha pure avuto una colluttazione con un agente della squadra volante, tentando di estrarre la pistola dalla fondina e contemporaneamente percuotendolo e colpendolo con calci e pugni.