Gallipoli – Mette in affitto un appartamento che non è suo per beffare i turisti ma viene identificato e denunciato dalla Polizia. In seguito a due querele presentate da parte di altrettante vittime, gli agenti del Commissariato di Gallipoli sono risaliti all’identità di un 45enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, responsabile della truffa. Le lunghe e complesse indagini condotte hanno permesso di accertare che il truffatore, dopo aver inserito alcuni annunci su di un noto sito on-line, era riuscito a farsi accreditare a mezzo di ricarica postepay la somma di 600 euro quale caparra per l’affitto , salvo poi sparire nel nulla e rendersi irreperibile.

Fenomeno in calo Più che comprensibile l’amara sorpresa delle famiglie che credevano di aver prenotato la loro vacanza nella Città bella per poi vedere l’appartamento a lungo desiderato abitato dai legittimi proprietari. Il truffatore, resosi al momento irreperibile, è stato denunciato per truffa. Quello delle truffe on line con le case vacanza resta un fenomeno sempre preoccupante “seppur in calo” rispetto agli anni precedenti secondo i dati a disposizione delle forze dell’ordine.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!