Ad Uggiano La Chiesa guerra “spinta” ai rifiuti, dall’olio esausto alle plastiche. In prima linea le scuole

386

Uggiano La Chiesa – Anche il Comune di Uggiano La Chiesa partecipa alla guerra contro la dispersione di rifiuti avviando la raccolta differenziata “spinta” di plastica, carta e pile esauste nelle scuole primarie e secondarie del paese. A breve è prevista anche la raccolta delle lampade esauste e il “porta a porta” dell’olio esausto.

Con l’Istituto comprensivo l’Amministrazione comunale guidata da Salvatore Piconese ha coinvolto anche i più piccoli della scuola primaria e secondaria in una iniziativa importante sul piano sia dell’educazione al riciclo che della sostenibilità ambientale.

Il progetto particolare è partito proprio nella settimana che accompagna il movimento dei giovani per il clima “Fridays For Future”, ispirato da Greta Thunberg, che ha portato nelle strade di 160 città italiane, per il terzo Sciopero globale del clima (Global Climate Strike).

“C’è ormai la necessità impellente – afferma il Sindaco Piconese – di produrre e mettere in campo “buone pratiche” nell’ambito della sostenibilità ambientale. E ciò, può essere fatto, solo con scelte “ecologiche” capaci di incidere sulla qualità della vita degli esseri umani e del pianeta”.

Nel mirino già i cellulari “Siamo partiti a giugno con la raccolta differenziata dei cellulari usati e, dopo l’ottimo risultato raggiunto, abbiamo con la dirigenza scolastica organizzato la raccolta differenziata “spinta” di altri tipi di rifiuti. Non ci fermeremo qui – conclude Piconese – e difatti presto metteremo dei contenitori pubblici per la raccolta di lampade esauste e stiamo lavorando su un progetto sperimentale per l’olio esausto”.