Ad Alessano si prepara “Carta di Leuca 2020” seguendo il cammino di don Tonio Bello

363
Convento Alessano

Alessano – Promossi dalla Fondazione di partecipazione Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca-De Finibus Terrae”, proseguono  gli incontri virtuali “del venerdì” in preparazione all’evento clou in programma dall’11 al 14 agosto “#cartadileuca2020-Mediterraneo,una rete di solidarietà”.

Venerdì 31 luglio, presso il convento dei Cappuccini di Alessano, a partire dalle ore 19 (in diretta web sul sito e sui canali social della Carta di Leuca, ci si soffermerà sull’esperienza di una cooperativa agricola di Tiggiano, sorta proprio sulla scia della “Carta di Leuca”.

 

Le parole profetiche di don Tonino

 

La scelta del luogo non è casuale perché assiduamente frequentato e molto caro al Servo di Dio don Tonino Bello, che, come ricordano gli organizzatori e com’è inciso pure sulla lapide della sua tomba: “Era anche “Terziario francescano”. All’incontro parteciperà il vescovo della diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca Vito Angiuli.

Sempre nel corso della serata si potrà ammirare il luogo sacro dei Francescani di Alessano, per poi ascoltare, grazie ad immagini d’epoca, le parole profetiche di don Tonino Bello (“In piedi costruttori di pace”) nel suo intervento all’Arena di Verona il 30 aprile 1989.

Pur se quest’anno principalmente sul web, “Carta di Leuca” è un incontro internazionale per giovani attraverso il quale potersi confrontare per parlare di pace, solidarietà, sviluppo sostenibile e pari opportunità, in un luogo (Santa Maria di Leuca, appunto) all’incrocio fra Oriente e Occidente. Sarà un laboratorio interculturale e interreligioso dei giovani che vivono nelle diverse sponde del Mediterraneo e che si impegnano vicendevolmente nella costruzione di un futuro migliore, avendo a cuore la custodia del Creato, la centralità della Persona e la costruzione di percorsi di Convivialità”, scrivono gli organizzatori.