Ad Alessano i grandi nomi della letteratura per il Festival “Armonia”: c’è anche il premio Strega Veronesi

1104
Finalisti Premio Strega 2020

Alessano – Dopo l’apertura leccese, prosegue ad Alessano da venerdì 10 a domenica 12 luglio la sesta edizione del Festival letterario “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, che vede la direzione artistica dello scrittore tarantino Mario Desiati. La manifestazione porta in città e nel Sud Italia (unica tappa oltre a quella di Benevento) finalisti e semifinalisti del Premio Strega.

Quest’anno, in una situazione così difficile, che ci pone di fronte a sfide inedite, abbiamo avuto paura di non farcela – commentano gli organizzatori –. Portare il meglio della narrativa italiana contemporanea nel Sud Salento è una scommessa ambiziosa, che abbiamo sempre affrontato con impegno ed entusiasmo. La nostra è una festa dei lettori, dei libri, dello stare insieme intorno ai libri”.

Michela Santoro della libreria Idrusa (fra gli organizzatori) e il direttore artistico Mario Desiati

“Stregati” dal Salento fra libri e luoghi

Un Festival che “è anche promozione del territorio – precisano gli organizzatori – come riconosciuto dalla Regione Puglia che anche quest’anno ha finanziato l’educational tour ‘Stregati dal Salento’ con cui gli ospiti del Festival conosceranno il Capo di Leuca, scoprendone l’anima attraverso i suoi percorsi letterari”.

Tutti gli incontri del Festival Armonia sono a ingresso gratuito, ma per via delle restrizioni anti Covid i posti sono limitati ed è consigliata la prenotazione tramite form sul sito www.festivalarmonia.it.

Tutti gli appuntamenti

Venerdì 10 luglio, alle ore 21 in piazza Castello, Remo Rampino presenta il suo “Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio”, dialogando con la scrittrice e giornalista Silvia Ferreri e con l’insegnante Valeria Bisanti. A seguire, alle 22, grande attesa per l’incontro con il vincitore del premio Strega di quest’anno, Sandro Veronesi, che – dopo il successo di “Caos calmo” – conquista per la seconda il premio letterario più ambito d’Italia con il romanzo “Il colibrì”. Dialogano con Veronesi lo scrittore Rossano Astremo e Mario Desiati, letture di Donato Chiarello.

Sandro Veronesi

Sabato 11 luglio, dalle 21 a Macurano c’è Giuseppe Lupo con “Breve storia del mio silenzio”, intervistato da Maria Agostinacchio e Luciano De Francesco, con le letture di Walter Prete. Alle 22, invece, il vincitore dello Strega Giovani Daniele Mencarelli presenta “Tutto chiede salvezza”, in dialogo con Silvia Ferreri e Beatrice Ghezzi, e con le letture di Gustavo D’Aversa.

Tris di presentazioni domenica 12 luglio in piazzale Cappuccini. Alle 20,30 c’è Alessio Forgione, autore di “Giovanissimi”, accompagnato da Silvia Ferreri e Michela Santoro e dalle letture di Emanuele De Rinaldis; alle 21,30 spazio alla “Città sommersa” di Marta Barone, che parlerà del libro insieme a Orietta Limitone e Federica Imperato, con le letture di Elisa Maggio. Alle 22,30 gran finale con Gianrico Carofiglio che racconterà il suo romanzo “La misura del tempo”, in dialogo con Silvia Ferreri, Mario Desiati e Donato Chiarello alle letture.

Una serata dedicata al Premio Calvino

Non solo Strega, al Festival Armonia c’è spazio anche per un altro importante premio letterario, il Calvino, dedicato agli esordienti. L’appuntamento è per venerdì 17 luglio presso Palazzo Comi a Lucugnano, dalle ore 21.

Apre l’incontro Gennaro Serio, vincitore dell’edizione 2019 del Calvino con il romanzo “Notturno di Gibilterra”. A seguire, spazio a Maddalena Fingerle, vincitrice dell’edizione 2020 con “Lingua madre”. Prendono parte alla serata anche lo scrittore e giurato del premio Calvino Omar Di Monopoli, il direttore artistico del Festival Mario Desiati e l’ufficio stampa del Calvino Chiara D’Ippolito.

La brochure con il programma completo del Festival “Armonia” può essere scaricata qui.