Acquisti on line con truffa: quattro le denunce della Polizia. Pagano per avere materiale elettrico, assicurazione auto e robot da cucina ma rimangono a mani vuote

428
Truffe on line

Lecce – Le indagini concluse negli ultimi giorni da parte della Divisione anticrimine della Questura di Lecce hanno consentito di stanare e denunciare quattro responsabili di truffe online in danno di cittadini del leccese.

In un caso la finta vendita riguardava materiale elettrico acquistato su di un sito internet e pagato con bonifico bancario, ma lo stesso materiale, nonostante ripetute assicurazioni via mail, non è mai stato inviato. Anzi il truffatore dopo qualche settimana non si è fatto più rintracciare chiudendo anche il sito internet utilizzato per la finta vendita.

False assicurazioni auto

Un altro episodio ha riguardato una finta assicurazione rc auto venduta online “in promozione” e pagata con bonifico bancario, rilevatosi la ricarica di una carta prepagata. L’acquirente, dopo aver trovato i contatti su di un sito internet e aver pagato in anticipo l’assicurazione, non ha mai ricevuto la documentazione relativa alla copertura assicurativa  della sua autovettura. L’autore della truffa è stato identificato nonostante avesse utilizzato dei documenti smarriti, da un uomo risultato estraneo ai fatti, per attivare l’utenza telefonica utilizzata per la truffa.

Due donne sono state, infine, indagate in stato di libertà  per aver truffato, in concorso tra loro, due amiche salentine, spacciandosi una per promoter e l’altra per consulente di una nota azienda che produce robot da cucina. Le vittime della truffa, che pensavano di aver acquistato un robot da cucina a testa per un prezzo molto conveniente utilizzando annunci pubblicati su una nota piattaforma di vendite online, non hanno mai ricevuto quanto acquistato dopo aver eseguito dei bonifici bancari che, anche in questo caso, sono risultati ricariche per carte prepagate.