Accessi a mare nuovi e per tutti: si parte

901
Da sinistra l'assessore Maglio, il direttore lavori e alcuni pescatori
Da sinistra l’assessore Maglio, il direttore lavori e alcuni pescatori

Nardò. Restyling della rete di accessi a mare tra Santa Caterina e Santa Maria al Bagno, dello scalo di alaggio di S. Caterina e realizzazione di un accesso per disabili alla spiaggia della marina: al via i lavori del progetto “Luoghi Blu – Itinerari del mare”, ideato da Luigi Siciliano del Servizio Politiche comunitarie del Comune e finanziato con oltre 100mila euro dal “Gac Jonico salentino”, Fondo europeo della pesca 2007-2013.
Operai e automezzi della ditta “Leo Vito costruzioni” di Veglie, che si è aggiudicata l’appalto, sono già al lavoro per realizzare gli interventi di riqualificazione dello scalo di alaggio a Santa Caterina, di sistemazione e adeguamento degli accessi a mare e dell’itinerario posto sul lungomare Santa Maria al Bagno – Santa Caterina. Con lo stesso progetto sarà notevolmente migliorato l’accesso alla spiaggetta di Santa Caterina, in particolare per le persone con disabilità, saranno realizzati ulteriori interventi di protezione del molo di Santa Caterina dalle mareggiate invernali e, infine, sarà ripristinato il pontile in legno a servizio dei pescatori della marina che l’ultima furiosa mareggiata del 30 gennaio scorso aveva distrutto. I lavori, secondo le previsioni, dovrebbero terminare entro giugno.

Il progetto “Luoghi Blu – Itinerari del Mare” è stato sostenuto dal Gruppo di azione costiera lonico salentino diretto dal gallipolino  Francesco Crisogianni e di cui  fanno parte anche Galatone, Gallipoli, Porto Cesareo. La progettazione esecutiva degli interventi è stata curata dal settore Lavori pubblici, con l’ingegnere Cosimo Pellegrino e il geometra Enzo De Tuglie, coordinati dal dirigente Nicola D’Alessandro.
Presenti al momento dell’avvio dei lavori, l’assessore Flavio Maglio e il consigliere comunale Pierpaolo Losavio, componente del consiglio di amministrazione del Gac.