A Taviano i funerali di Rocco Pasca, docente in pensione e giornalista, tra le prime firme di Piazzasalento

8987

Taviano – Si svolgeranno mercoledì 9 dicembre, alle ore 10 nella chiesa di San Martino di Tours a Taviano, i funerali di Rocco Pasca, docente in pensione e giornalista, scomparso nella tarda serata di ieri a 74 anni di età. A dare la triste notizia sono la moglie Maria Antonietta, i figli Federico e Giulio e i parenti tutti. Le esequie si terranno nel rispetto delle regole anti-contagio imposte dall’emergenza sanitaria, partendo da via Martiri delle Fosse Ardeatine 22.

Docente e giornalista

Pasca è stato docente di italiano, dapprima nelle scuole del nord Italia e poi anche a Melissano e Casarano, e giornalista di lungo corso quale storico corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno e una tra le prime firme di Piazzasalento. Con lui va via una consistente storia di Taviano, un patrimonio denso di aneddoti e retroscena, ricco di testimonianze e curiosità che nel corso degli ultimi decenni Pasca ha saputo riportare su carta, facendosi apprezzare per le sue doti di umiltà e professionalità. I tanti che lo hanno conosciuto lo ricordano come una persona preparata e “disponibile come pochi”.

Chi lo conosceva ha condiviso il proprio dolore pubblicando alcuni messaggi di cordoglio: «Caro professore – scrive Lorenzo Corchia su Facebook – grazie per essere stato amico della città, amico di tutti, mai di parte, vicino a ciascuno di noi tuoi concittadini. Ci mancherai». E poi la testimonianza di Lorena Cacciatore, di Taviano, diplomatasi nel 1983: «È stato colui il quale mi ha fatto appassionare a Boccaccio, Dante e alla storia della letteratura in generale. Era unico».

Per Piazzasalento un affetto “non comune”

Rocco Pasca lascia un ricordo indelebile nella redazione di Piazzasalento, che era solito frequentare spesso al di fuori delle situazioni di circostanza, dimostrando in ogni occasione la massima disponibilità e un affetto non comune. «Rocco è sempre stato un preciso punto di riferimento per il nostro giornale. Con lui se ne va un collega dalle indiscutibili capacità ed un uomo umile, colto e sempre disponibile», afferma il direttore Fernando D’Aprile.

Così lo ricorda la collega Mariarosaria De Lumè: «Quanto rumore fa la scomparsa di un uomo tranquillo e mite! Sembra un paradosso, ma è proprio così. Rocco Pasca, per dieci anni è stato una presenza assidua nella grande famiglia di Piazzasalento. Silenzioso, attento, puntuale, Rocco è stato il fedele testimone della sua città, Taviano, di cui ha seguito tutti gli eventi, grandi e piccoli con uguale attenzione. Sempre con discrezione, sempre disponibile al confronto con la redazione. La sua costanza, la sua silenziosa presenza  come paradigma del lento lavoro di costruzione di una redazione che con gli anni ha assunto i contorni di una famiglia. Ora è venuto meno uno dei “familiari” più fedeli, uno dei più affezionati alla testata. Credo che oggi il “rumore” della sua assenza lo sentiamo tutti. Mi piace ricordarlo in uno dei momenti rituali, lo scambio degli auguri di fine anno. Dalla foto sembra passato tanto tempo, ma era solo dicembre 2019. C’era ancora la possibilità di stare tutti  insieme e di augurarci un nuovo e più fortunato anno. È stato di sicuro solo il nuovo; per il resto, anche se ora ci  fosse la possibilità di rivederci, ci sarebbe una sedia vuota e un bicchiere in meno. Fai buon viaggio, Rocco».

ha collaborato Mattia Chetta