A Taurisano 100 candeline sulla torta di nonna Maria, che canta le filastrocche ai nipoti

6214

Taurisano – Cento anni per nonna Grazia Maria Cera, per tutti Maria, di Taurisano, donna forte che non ha mai smesso di cantare e di mantenere allegri tutti. Le candeline le ha spente sabato 23 novembre, circondata dalla sua famiglia, i due figli, i sette nipoti e gli otto pronipoti. Per farle gli auguri è passato anche il sindaco Raffaele Stasi.

Nonna Maria si è sposata giovanissima con il suo amato Uccio dal quale ha avuto i due figli, Antonio e Gina, ed è rimasta vedova a soli 24 anni, a causa della guerra. «Il nonno di solito tornava in congedo in aereo ma, dato che ci fu un incidente, quella volta decise di prendere la nave che purtroppo venne affondata e lui non fece mai più ritorno a casa», fanno sapere i nipoti.

Il ricordo del marito

La signora Maria, però, ha sempre conservato l’amore e il ricordo per il marito portandone rispetto: «Non ha mai voluto tagliare i capelli – continuano i familiari – che a lui piacevano lunghi e lei li teneva legati a chignon: quando li slegava erano lunghissimi».

Morto il marito, Maria non si abbatte e riesce a mantenere i suoi due piccolissimi bambini, nonostante le difficoltà, dedicandosi con coraggio e tenacia al lavoro in campagna. Semplice ma tanto salutare la sua alimentazione: adora le patate, fatte lesse o a crocchette, e sulla tavola non mancano pasta, legumi e verdure così come non ha mai rinunciato al tè, alla granita al limone, al cioccolato fondente e al caffè d’orzo.

Le filastrocche infinite

Se c’è una cosa per la quale tutti ricordano nonna Maria è sicuramente la sua voglia di raccontare e di cantare infinite filastrocche ai suoi nipoti e pronipoti, cosa che continua a fare anche adesso, portando a tutti una sferzata di allegria. «Ha augurato sempre agli altri una vita lunga ma oggi circondata da tutti i suoi affetti l’augurio più grande è dedicato a lei per ringraziarla del dono dei suoi indimenticabili 100 anni! Le vogliamo un mondo di bene», concludono i familiari.