A Supersano “LibrInScatola nel Parco Paduli” con Antonio Errico e “Il lettore imperfetto”

888
Antonio Errico

Supersano – Sarà lo scrittore Antonio Errico, dirigente del liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli, l’ospite del terzo appuntamento della rassegna “LibrInScatola nel Parco Paduli”. Alle ore 20 di domani, giovedì 31 gennaio, Errico presenterà il suo lavoro “L’imperfetto lettore”, sollecitato dal giornalista Antonio Lupo.

L’iniziativa si terrà nel Museo del Bosco – MUBO- allestito nell’antico castello, in piazza IV Novembre. Nel Museo è allestita la storia del Bosco di Belvedere, un esempio di come  botanica, antropologia, archeologia e storia dell’arte possano  raccontare i rapporti che nel tempo le comunità locali hanno intrecciato con l’ambiente circostante. Contribuiscono al “racconto” anche i reperti rinvenuti durante le campagne di scavo dell’UniSalento.

“LibrInScatola nel Parco” Si tratta di una rassegna civico-culturale ideata da La Scatola di Latta e da Abitare i Paduli (Esperienze nel Parco Paduli) per creare una piattaforma condivisa di conoscenza. Obiettivo finale: creare la “Libreria del Parco Paduli” e contribuire ad arricchire l’archivio della Scatola di latta, “luogo fisico e immateriale che raccoglie lo “storico” delle presentazioni effettuate e incoraggia lo studio e la ricerca”.

I laureati e i dottorati che hanno discusso tesi su tematiche pertinenti l’evento, potranno presentare il loro lavoro. Si crea così una piattoforma comune di conoscenze, una condivisione di saperi che si traduce in maggiore conoscenza del territorio e quindi in tutela del patrimonio materiale e immateriale.

Il libro  “L’imperfetto lettore” di Antonio Errico (AnimaMundi edizioni, Otranto giugno 2018) è un inno ai libri e alla lettura e raccoglie gli interventi pubblicati  sul Nuovo Quotidiano di Puglia nella rubrica “I resti di Babele”. La lettura in tenera età, le maestre che insegnano a leggere, i libri letti nell’adolescenza che restano come pietre miliari e punti di riferimento per tutta la vita, i libri prestati, quelli che si leggono a metà o quelli solo nell’incipit, le librerie come luoghi del cuore: tutti temi cari a Errico e che ricorrono all’interno dei vari interventi.

L’autore Originario di Sannicola,  è autore di vari testi, saggi e romanzi di successo da cui traspare un grande amore per la lettura. Quest’ultimo lavoro  nasce dall’idea che il lettore perfetto non esiste perché chi legge è “uno che ha piena consapevolezza della propria imperfezione”.

Terre di Mezzo “Chi legge – scrive Errico – lo fa per compensare la propria esperienza con quella degli altri. Però non vuole farlo con creature reali” che sono imperfette come lui e crede di poter trovare creature perfette nella finzione. Ma si illude, perché “le creature che vivono nei libri, essendo a immagine e somiglianza dell’uomo, sono imperfette”. L’iniziativa realizzata con il patrocinio dell’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo.