A Spongano partono gli “Incontri ipogei”: dal 30 agosto al 6 settembre, musica e arte nel segno di Luis Bacalov

461
Luis Bacalov
Luis Bacalov

Spongano – Il 30 agosto del 1933 nasceva il celebre pianista e compositore argentino Luis Bacalov: la stessa data viene scelta per l’inizio della rassegna “Incontri ipogei”, che fino al 6 settembre animerà palazzo Bacile Castiglione con un ampio programma che spazia dalla musica al teatro, dalla danza alla poesia, dalla fotografia al cinema.

OSPITI

Cinquanta gli artisti coinvolti, in una location prestigiosa: il palazzo Bacile di Castiglione, con un frantoio ipogeo del XVII secolo, dichiarato d’interesse storico-artistico dalla Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici per la provincia di Lecce.

La rassegna è ideata e diretta dal figlio di Bacalov, Daniel (anche lui sul palco a Spongano), musicista conosciuto al grande pubblico per la composizione di musiche di trasmissioni televisive tra cui “Samarcanda” di Michele Santoro e “Presa diretta” di Riccardo Iacona.

Pubblicità

IL PROGRAMMA

La rassegna “Incontri ipogei” si articola in un doppio appuntamento giornaliero: alle ore 21 e alle 23.

Si inizia venerdì 30 agosto con lo spettacolo teatrale “Paura e Delirio”, di e con Alessia Berardi e Ferdinando Vaselli. A seguire presentazione del progetto “Encuentros”, con Natalio Mangalavite (voce e pianoforte), Daniel Bacalov (percussioni) e Gianni Iorio (bandoneon), per ripercorrere in musica il pensiero e l’arte di Luis Bacalov.

Franco Ungaro
Franco Ungaro

Musica, teatro, danza, poesia, cinema e fotografia trovano spazio negli “Incontri ipogei”. Per il teatro, il 1° settembre va in scena “Pupe di Pane”, di e con  Angelica Di Pace, Benedetta Pati, Giulia Piccinni, Antonella Sabetta, Carmen Ines Tarantino, diretto da Tonio De Nitto e prodotto dall’Accademia mediterranea dell’attore di Franco Ungaro; mentre il 5 settembre è la volta di “Oh no Simone Weil!”, di Milena Costanzo e Chiara Senesi, un progetto ispirato agli scritti della celebre filosofa e sociologa francese.

Il programma musicale vede i concerti di Andrea Cortesi e Marco Venturi (31 agosto); Ninfa Giannuzzi e Valerio Daniele (31 agosto); l’ensemble Roots magic di Gianfranco Tedeschi, Fabrizio Spera, Errico de Fabritiis e Alberto Popolla (1 settembre); Gilda Buttà e Luca Pincini, collaboratori di Ennio Morricone (3 settembre); Piero Meldolesi e Edoardo Hubert (4 settembre); Javier Girotto, sassofono, e Vince Abbracciante, fisarmonica (5 settembre); Sebastiano Forte e Federico Leo, nella storica formazione TU (6 settembre); Martin Sevrin e Natalia Bacalov (6 settembre).

Per la danza, dal 3 al 6 settembre spazio a “Panni”, un lavoro di Lucia Carrano, Aymeric Forner e Judith Martinez che accompagnerà il pubblico attraverso i cortili di Palazzo Bacile fino alle sale del frantoio ipogeo.

La poesia è protagonista il 4 settembre, con Paolo Musio, attore e collaboratore di registi come Nekrosius, Terzopoulos, Corsetti e Populizio, che presenta un’idea teatrale tratta dal “De rerum natura” di Lucrezio.

Paolo Pisanelli
Paolo Pisanelli

Per gli amanti del cinema, “Incontri ipogei” propone la rassegna “Around Midnight”, dal 30 agosto al 1° settembre, a cura del regista Paolo Pisanelli, direttore del festival “Cinema del reale” (ingresso gratuito).

Spazio anche alla fotografia, con la mostra “Camere Oscure”, dal 30 agosto al 6 settembre, a cura di Valerio De Berardinis (ingresso gratuito).

INFO

I biglietti per ogni spettacolo sono disponibili su prenotazione, inviando un’e-mail a infoincontriipogei@gmail.com oppure telefonando al numero 347.4343429. Disponibile anche il servizio di prenotazione tramite Whatsapp.

ORGANIZZATORI

“Incontri ipogei” nasce dalla collaborazione tra Comune di Spongano, assessorato all’Industria culturale e turistica della Regione Puglia, Provincia di Lecce, Ama-Accademia mediterranea dell’attore, Pro loco di Spongano, Unione dei Comuni di Diso, Andrano e Spongano, Fai – delegazione di Lecce, associazione Mozart Italia – sede di Lecce, e associazione Festinamente di Lecce.

Pubblicità