A Santa Caterina la stella cometa sorge dal mare: l’evento il 26

1594

naro presepe 2NARDÒ. Un presepe vivente da scoprire e da celebrare. Circa duemila persone erano assiepate nei pressi dello spazio verde antistante la chiesetta di Santa Caterina, lo scorso 18 dicembre, per l’inaugurazione della 36esima edizione dell’evento coordinato da don Piero Inguscio in collaborazione con il comitato del presepe vivente di Tricase. Hanno “tagliato il nastro” l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Nardò, Francesco Plantera, e il vicesindaco della città di Tricase, Maria Assunta Panico. In tanti hanno manifestato apprezzamenti per la cura dei costumi, per la realizzazione delle scenografie, per l’atmosfera paesaggistica e per la scrupolosa illuminazione del maestro Angelo Manca. Lungo il percorso, fra i tanti curiosi, ragazzi, docenti e genitori (hanno contribuito alla realizzazione del presepe vivente le scuole neretine di ogni ordine e grado, oltre alle associazioni in loco) e gli artigiani salentini per un numero complessivo di 26 strutture con ben 150 figuranti. Prossimo appuntamento il 26 dicembre con il suggestivo arrivo della stella dal mare in virtù della collaborazione con i due gruppi Costa del Sud Diving Service (di Santa Caterina e di Torre Inserraglio). Il ritrovo è fissato per le ore 18 presso la spiaggetta: quindi, percorrendo via Pietro Micca, il corteo giungerà al presepe e collocherà la stella nei paraggi della Natività.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!