A Parabita la festa per Erika Gaetani, campionessa agli Europei juniores di nuoto

4199

Parabita – Con una grande festa nell’atrio del palazzo comunale, Parabita ha finalmente riabbracciato la sua campionessa dei record. Erika Gaetani, oro ai recenti campionati Europei juniores di nuoto 2019 a Kazan, in Russia, ha salutato ieri sera il suo paese con un ingresso trionfale.

Con il sorriso e l’umiltà di sempre, la giovane nuotatrice ha attraversato due ali commosse e gremite di pubblico, nella cerimonia organizzata in suo onore dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Stefano Prete. Un momento coinvolgente ed emozionante, come si addice ad un grande talento come quello della ragazza che, ad appena 15 anni, ha già reso grande il nome di Parabita in Europa, portando nella città delle Veneri anche il nuovo record italiano juniores di categoria. Erika, infatti, ha fatto registrare il quarto tempo mai nuotato in Italia dopo tre atlete che hanno fatto la storia del nuoto italiano: Margherita Panziera, Alessia Filippi e Federica Pellegrini.

Gianni Zippo ed Erika Gaetani

Alla serata- tributo, alla quale hanno partecipato davvero in tantissimi nonostante le incerte condizioni meteo, hanno preso parte anche tutte le associazioni sportive e culturali parabitane, l’allenatore Gianni Zippo (di Casarano), moltissimi cittadini e, ovviamente la scuola di nuoto e la famiglia della giovane nuotatrice.

Nel ringraziare tutti, Erika ha tenuto a rivolgere un pensiero proprio ai suoi genitori, il suo vero grande sostegno. «Devo dire grazie a mamma Angela e papà Egidio che mi hanno insegnato a credere in me stessa, alle mie sorelle Eleonora e Antonella che hanno tenuto alto il mio morale anche nei momenti più difficili. Un enorme grazie va anche a Gianni, il mio allenatore, a cui devo tutto», ha sottolineato la ragazza.

«Hai regalato a te, alla tua famiglia e a questa città una grande occasione d’orgoglio – ha affermato il sindaco Stefano Prete – hai dato la carica a tutti i parabitani, insegnando che con passione e grande lavoro si possono ottenere grandissimi risultati».

«Oggi è un giorno di festa per tutti, per Erika, per lo sport, per la città. Vederla salire sul podio con la maglia della nazionale è stata un’emozione unica. Organizzare questa serata  è stato bellissimo. Appena abbiamo lanciato l’idea abbiamo trovato tantissima disponibilità, tutti i parabitani si sono dati da fare per renderle omaggio», ha spiegato il consigliere delegato allo sport Gianni Giaffreda.