A Ortelle le iniziative dell’associazione “Na manu onlus”: presepe, lotteria “artistica” e attenzione agli anziani

505

Ortelle – Sono 15 anni che a Ortelle e nella frazione di Vignacastrisi un’associazione di volontariato dà una mano a chi ne ha bisogno. Si chiama proprio così, “Na manu onlus”, l’associazione che in paese attiva la solidarietà verso le fasce più deboli con iniziative che risultano molto seguite, come si può evincere dai commenti sul social.

50 i soci volontari coordinati dalla presidente Rosanna Carluccio. C’è una sede (l’istituto “F. De Viti”, ex orfanotrofio) e un direttivo composto da Luigi Antonazzo, Raffaella Maggio, Pompeo Metruccio, Antonietta Merola, Giuseppe Micello, Sandro Martano.

Presepe e lotteria 

Le ultime iniziative sono in linea con il periodo natalizio: un presepe in piazza San Giorgio, realizzato con il supporto della famiglia Alfio Maggio, e una lotteria con in palio le opere di otto artisti ortellesi (Assunta Capraro, Carlo Casciaro, Antonio Chiarello, Luigi Chiarello, Anna Maria Gemma, Angelo Gravante, Donato Gravante, Pompeo Metruccio).

L’estrazione della lotteria avverrà il 6 gennaio, in piazza sotto l’orologio alle ore 11,30, dopo la celebrazione della santa messa. Per l’acquisto dei biglietti si può telefonare al  333.5464492. Il ricavato della lotteria sarà devoluto in beneficenza.

Piazza San Giorgio a Ortelle

L’attenzione agli anziani

L’associazione dedica molta attenzione alla terza età. Agli anziani, specialmente a quelli che vivono in solitudine, è stato rivolto – nel primo lockdown della scorsa primavera – un servizio di aiuto psicologico con il sostegno telefonico della psicologa Giorgia Carluccio.

E c’è un altro progetto che sta molto a cuore alla presidente Carluccio: «Vorremmo realizzare a Ortelle – dice – un Punto prelievi per venire incontro agli anziani in difficoltà che dovrebbero raggiungere per le analisi l’ospedale di Poggiardo e ritornarvi una seconda volta per ritirare il referto. Se ci fosse la possibilità, una volta la settimana, di un Punto prelievi a Ortelle, tutto sarebbe più semplice».

Specialmente in questo periodo in cui il bisogno di analisi di routine per gli anziani è sempre alto e, al contempo, è fortemente raccomandato limitare gli spostamenti. «Speriamo che l’Asl ci aiuti a realizzare questo progetto. Noi siamo pronti, come sempre, a dare ‘Na manu» conclude la presidente.