A Nardò le riprese della fiction Rai di Ricky Tognazzi: il set a Masseria Brusca

Andranno in onda domenica Ci si attende un grande pubblico

5025

Nardò – Andranno in onda domenica 16 e lunedì 17 settembre (Raiuno, ore 21,25) le prime due puntate de “La vita promessa”, serie tv diretta da Ricky Tognazzi e girata in parte a Nardò. Gli episodi successivi verranno trasmessi invece il 24 settembre e l’1 ottobre. Il cast è composto tra gli altri da Luisa Ranieri, Francesco Arca, Emilio Fallarino, Primo Reggiani e Lina Sastri, quest’ultima già indimenticata protagonista negli anni Ottanta del film “La posta in gioco”, in cui vestì i panni di Renata Fonte.

“La vita promessa” è una coproduzione RaiFiction e Picomedia, sostenuta da Apulia Film Commission con un finanziamento di circa 251mila euro. Proprio l’Apulia Film nei mesi scorsi ha sottolineato che per la realizzazione di questa fiction sono impegnate quaranta unità lavorative pugliesi.

Giulia Puglia

Il set a Masseria Brusca – Le riprese neretine di questo nuovo lavoro, durate una settimana, sono state realizzate presso Masseria Brusca: non lontano da Portoselvaggio, con i suoi sette ettari di storia e di produzioni agricole, la struttura è già stata in passato set di produzioni cinematografiche e televisive. Per girare la serie di Tognazzi sono state usate la stalla della masseria e il grande piazzale esterno. Soddisfatta l’assessore allo Sviluppo economico e al Turismo Giulia Puglia: «Si tratta di una produzione importante – commenta la più giovane esponente della giunta Mellone – con regista e attori di rilievo che hanno subito il fascino della nostra città. So che Ricky Tognazzi, sua moglie Simona Izzo, gli attori e chi ha lavorato al film sono stati bene da noi e hanno apprezzato luoghi, cibo e atmosfera, al di là dell’impegno professionale. A noi resta la conferma di essere un territorio che ha appeal per chi fa cinema».

Pubblicità

Altre città pugliesi coinvolte nei ciak sono Monopoli, Taranto e Giuliano di Lecce (frazione del Comune di Castrignano del Capo). La storia che i telespettatori da domenica seguiranno sul piccolo schermo è quella di una madre (Luisa Ranieri) degli anni Venti del secolo scorso, che lascia la Sicilia per raggiungere l’America e cercare un futuro migliore per i suoi cinque figli. Su Raiuno sono in onda da giorni gli spot che contengono il trailer, nel quale si riconoscono i luoghi neretini. Nardò e le altre città pugliesi, però, nel film “passeranno” per città siciliane. Un dettaglio che già in passato, per altri film girati sempre a Nardò, fece storcere il naso a più di qualcuno. Un caso analogo, ad esempio, si verificò nel 2011 con la miniserie tv “Cesare Mori: il Prefetto di Ferro”, andata in onda su Raiuno: girata presso Masseria Brusca e il Chiostro dei Carmelitani, la fiction era ambientata in Sicilia. Nell’aprile 2013, per una miniserie trasmessa da Canale5, a Nardò arrivò poi Gabriel Garko: anche in quel caso le scene girate in città erano ambientate altrove, precisamente a Cuba, con la piazza neretina trasformata in L’Avana.

 

Pubblicità