A Nardò la Settimana sociale promossa dalla Diocesi con gli ex parlamentari Ria e De Giuseppe

327

Nardò –  “Il cristiano tra fede e vita pubblica” è il tema della “Settimana sociale” promossa a Nardò dall’Ufficio di pastorale sociale della Diocesi, di concerto col Movimento lavoratori di Azione cattolica e le sette parrocchie della città. A cento anni dall’appello di don Luigi Sturzo “A tutti gli uomini liberi e forti”, l’iniziativa prevede una serie di incontri il 7, l’8 e il 10 maggio a partire dalle ore 19.45 presso la sala Roma di piazza Pio XI.

Si inizia martedì 7 con il tema “Don Sturzo 60 anni dopo. Buone ragioni per una nuova politica” insieme a Giuseppe Micunco, direttore dell’ufficio per il Laicato nell’arcidiocesi di Bari-Bitonto. Seguirà un momento di preghiera presieduto dal vescovo Fernando Filograna.

Mercoledì 8 maggio “…Nella politica con la P maiuscola” sarà il tema, ispirato da Papa Francesco, affrontato dagli interventi del sindaco Giuseppe Mellone, del presidente della Provincia Stefano Minerva (di Gallipoli), dell’assessore regionale alla Formazione e al lavoro Sebastiano Leo, e dell’ex parlamentare Lorenzo Ria (di Taviano).

Pubblicità

Giornata conclusiva quella di venerdì 10 sul tema “Una passione politica lunga una vita” con l’intervento dell’ex parlamentare Giorgio De Giuseppe (di Maglie”. «È provvidenziale, visto anche il periodo elettorale, riflettere ancora una volta sulla politica “saturata di eticità”. Ci si augura – dice il direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale sociale don Francesco Marulli (di Copertino), facendo propria un’espressione cara a don Sturzo – che gli incontri possano diventare fonte concreta di riflessione e attuazione pratica in ogni contesto socio-politico».

Pubblicità