A Melpignano una Notte bianca e magica tutta per loro: i bambini, a passeggio sulla Luna

938
Ivan Stomeo

Melpignano – La notte del 27 luglio sarà tutta dei bambini e delle bambine e naturalmente dei loro genitori che li accompagneranno a dipanare le ore notturne “Passeggiando sulla Luna” tra giochi, laboratori, musica e  racconti, disponibili a rivivere la spontaneità e l’entusiasmo dell’infanzia.

Ritorna così il tema dominante già al centro dell’attenzione lo scorso anno: la mobilità sostenibile e l’educazione stradale, a cui l’Amministrazione comunale dedica particolare attenzione.

Il programma  Si inizia alle 20.30. Tutto il centro storico del paese, da piazza San Giorgio al Palazzo marchesale restaurato di recente, sarà il regno in cui si muoveranno i bambini che scopriranno il loro paese in una dimensione nuova, a volte “magica” per la presenza di artisti in grado di dare alla realtà un’altra dimensione.

Pubblicità

Numerosi i laboratori che, sollecitando la creatività dei bambini, insegneranno a “usare le mani” per costruire, per esempio giochi tradizionali in legno.   È il caso de “Il Tarlo Cultura artigiana”,  con gli esperti nel tornio e nella costruzione di trottole e altri giochi antichi o di loro invenzione che insegneranno l’affascinante arte del “Fai da te” e del riciclo. Ci sarà l’artista Simone Riccio, uno degli acrobati più originali che presenterà il suo spettacolo UP, la storia di un esploratore che accompagnerà piccoli e grandi nel suo mondo intorno a una gigantesca ruota metallica. E ancora Giulio Venturini in arte Settebello Perkins giocoliere con le sue palline magiche, Luciano Strasio in arte Circoluce marionettista, falegname, educatore, e tanto altro ancora.

Tra le attrazioni anche l’Ecocarosello, la giostra a pedali che sta girando le feste patronali del Salento,  riscuotendo tanto successo. Non mancherà la musica con La Combriccola di Boe, il gruppo musicale che attraverso le sigle più belle dei cartoni animati storici ricorderà l’infanzia dei genitori e nonni.

Il bambino protagonista «L’iniziativa dedicata completamente al gioco – sottolinea il Sindaco Ivan Stomeo – valorizza l’identità e la dignità del bambino: non ospita, infatti, giochi in cui i bambini sono semplici spettatori e subiscono passivamente l’attività, ma il piccolo visitatore è libero di giocare e di creare, è lui che per una sera decide per la sua famiglia».

Con questa iniziativa Melpignano, città amica delle bambine e dei bambini – riconoscimento Unicef 2014, conferma ancora una volta la volontà di mettere al centro dell’attenzione  la formazione dei cittadini di domani. La “Notte” è organizzata dalla cooperativa sociale Il dado di Calimera.

 

Pubblicità