A Maglie sconcerto per la morte del giovane Marco Tunno, presidente dell’associazione Festa di San Nicola

55145
Marco Tunno

Maglie – Non ci sono parole, non si trovano proprio, e quelle che si dicono (in questo periodo si scrivono) esprimono tutte i medesimi sentimenti: incredulità e dolore in tutte le molteplici sfumature. La notizia della morte improvvisa di Marco Tunno, un ragazzo molto conosciuto a Maglie per la sua disponibilità verso gli altri, è circolata questa mattina sui messaggi dei cellulari, sulle bacheche di Facebook e degli altri social.

La città è incredula, perché è davvero impossibile pensare, anche nel periodo che stiamo vivendo e con le terribili immagini che ci giungono dalla Lombardia, che un ragazzo di 30 anni, sportivo, in buona salute, pieno di vita, possa da un momento all’altro lasciarci.

Una morte improvvisa e prematura

Figlio unico, Marco aveva frequentato l’Ipsia e lavorava presso una ditta di latticini. Improvvisamente dopo cena, la vigilia della festa di San Giuseppe, si è accasciato, a niente sono serviti l’intervento del 118 e la corsa in ospedale. Ora è nella camera mortuaria del  “Vito Fazzi” di Lecce per i dovuti accertamenti.  

Tifoso del Maglie e attivissimo organizzatore della festa del santo Patrono, il ragazzo era infatti presidente dell’associazione Festa di San Nicola, che aveva messo in piedi e animava da un po’ di anni. Lo ricorda così Gabriele Bucci, presidente del Consiglio comunale e suo amico: “Marco era un ragazzo solare, dai modi garbati e allo stesso tempo spiritosi, utili a fare breccia nel cuore di tanti magliesi”.

Nel 2013, Bucci aveva condiviso con Marco l’esperienza dell’associazione Festa di San Nicola, che – racconta lo stesso Bucci – “ci vide impegnati entrambi in un cammino di fatiche ma allo stesso tempo ricco di gioie e soddisfazioni, un impegno nel sociale che ha visto lui e i suoi amici come punto di riferimento per i magliesi in tante iniziative. Il suo forte impegno derivava da grande senso di appartenenza alla sua terra e in particolare alla sua città”. 

Marco Tunno accanto al Sindaco Ernesto Toma

Il ricordo del Sindaco 

“Sono certo di interpretare il sentimento di tutta l’Amministrazione comunale e della città nel rivolgere un ultimo saluto a Marco, che oggi non è più”, scrive il Sindaco Ernesto Toma, affidando il suo messaggio a Facebook. “Oggi il nostro pensiero è per Lui, per il suo progetto di vita spezzato, per i suoi genitori, per tutti i suoi cari, per lo sforzo che dovranno fare per sopravvivere. Tutti noi siamo profondamente addolorati e partecipi, ognuno di noi viene toccato nell’affetto, sperimenta senso di impotenza, perché la morte di un giovane colpisce l’intera Comunità”.

Poi il Sindaco accenna al delicato momento che stiamo vivendo e che “impedisce, purtroppo, di manifestare concretamente il nostro affetto, come Marco avrebbe meritato”. È davvero questo un elemento che aggiunge dolore al dolore, come si può notare in tutti i numerosi post sui social.

Negato l’ultimo saluto, negati l’abbraccio ai genitori, alla fidanzata Melania (di Scorrano), ai parenti. Negati tutti i riti che accompagnano la morte e che non aggiungono niente a chi non c’è più, ma consolano chi resta perché, come conclude il Sindaco, “una vita che si spegne troppo presto toglie un po’ di futuro e di speranza a tutti”.

La sede dell’associazione Festa di San Nicola in piazza Moro, a Maglie

Il cordoglio dell’associazione sportiva Toma 

L’associazione sportiva Toma, dirigenti, staff tecnico, calciatori, allenatori, collaboratori, in un comunicato “si stringe intorno alla famiglia Tunno con infinito affetto”, e scrive: “È arrivata una di quelle notizie che non vorremmo mai sentire e che ci lascia senza parole. Marco era un grande tifoso giallorosso, un ragazzo che come tanti altri con grinta, determinazione e tanta passione ogni domenica era al campo a difendere il proprio ideale, la propria città, incitare la propria squadra del cuore. Lascia un vuoto in gradinata. Lascia un vuoto in ognuno di noi”.

La Protezione civile magliese per l’ultimo saluto al presidente dell’associazione Festa di San Nicola ha organizzato un flashmob: ore 12 applausi, ore 18 inno della Toma Maglie.  Intanto, un grande striscione è stato attaccato sulla facciata della sede dell’associazione in piazza Moro e qualcuno ha lasciato un fascio di fiori.