A Maglie nasce l’Osservatorio poetico salentino, per fare cultura sul territorio

1137
Da sinistra Minutello, Cesari, Mastria, Corina, Pasca

Maglie – Di recente opera a Maglie l’Osservatorio poetico salentino, che ora dispone anche di una pagina Facebook. L’idea, maturata nel corso di un anno e mezzo in incontri periodici di un gruppo di amici, è diventata una realtà viva e può contare sulla condivisione di quanti si riconoscono nell’amore per la poesia.

All’inizio c’era il sogno segretamente coltivato da Rosaria Rita Pasca e Tina Cesari. Successivamente, al progetto hanno aderito Aldo Rocco Corina, Cesare Minutello, Mimì Mastria, Maria Rosaria De Lumé, Lina Leone, Giuliana Coppola e Luigina Garrapa.

Gli obiettivi

«Questo organismo culturale ha preso vita dai nostri desideri, dall’amore per la poesia, dal bisogno di superare le apparenze e le divisioni che caratterizzano la vita culturale del nostro Salento» sottolinea Rosariarita Pasca. 

Si è partiti dall’individuazione di “un punto di osservazione geograficamente e culturalmente centrale nel territorio, da cui monitorare l’opera dei numerosi poeti e, al contempo, avviare riflessioni di carattere teorico sul fare poesia”. I poeti vengono “catturati” per costituire “una comunità dialogante col pubblico e con gli altri istituti culturali del territorio”. L’esperienza poetica, in questo modo, diventa “un elemento di aggregazione”.

Incontri periodici 

Mensilmente l’Osservatorio invita e incontra un poeta salentino: in un clima del tutto informale si leggono le sue poesie e si cerca di conoscerne la poetica. Il passo successivo è la presentazione  del poeta sulla pagina Facebook del gruppo. Pian piano si definisce una mappa dei poeti nel Salento.

«Col tempo – aggiunge Tina Cesari – man mano che la comunità si accrescerà, realizzeremo degli incontri tematici e di metapoesia, coinvolgendo i poeti in questione e tutte la persone, poeti e non, che vorranno parteciparvi».

Dall’Osservatorio sono passati i poeti: Assunta Capraro, Bruna Caroli, Maria Cezza, Martina De Pascalis, Giuseppe Greco, Dino Licci, Rossella Maggio, Franco Melissano, Luigina Parisi, Pina Petracca, Cosimo Russo, Michele Sabato, Alberto Signore.