A Lido Marini la Pro loco cambia ruolo e sarà impegnata sulle spiagge. Si punta a coinvolgere Presicce-Acquarica

3928

Lido Marini (Ugento-Salve) – La Pro loco di Lido Marini cambia ruolo ma rimane sempre punto di riferimento per la marina divisa amministrativamente tra Ugento e Salve. Le linee guida per l’utilizzo delle spiagge ancora non ci sono, ma nella gestione degli spazi la Pro loco avrà un ruolo fondamentale.

La programmazione per gli eventi dell’estate 2020, pronta già da gennaio, è ovviamente saltata per via del Covid-19 ma la Pro Loco di Lido Marini non ha smesso di lavorare, anzi l’impegno del direttivo è aumentato proprio in previsione dell’ormai prossima estate, insolita rispetto alle altre, per garantire a tutti di poter andare in spiaggia senza problemi.

“Pro loco punto di riferimento”

«La Pro loco cambia ruolo: da punto di riferimento per le attività estive evolve ad una funzione più sua, che è quella di erogare un servizio che garantisce al cittadino la fruizione degli spazi pubblici in sicurezza. In questi giorni soprattutto – afferma il presidente Andrea Monsellato – ci stiamo confrontando spesso con il sindaco di Ugento Massimo Lecci per  cercando di capire quali servizi si possono erogare in particolar modo per garantire la fruibilità delle spiagge libere. Già da un mese e mezzo abbiamo chiesto l’istituzione di un tavolo, assieme alle autorità competenti, per far fronte all’emergenza».

Per questo il confronto è soprattutto con il Comune di Ugento al quale appartiene quasi tutto il litorale di Lido Marini. «Tutto dovrà essere organizzato nel migliore dei modi, il monitoraggio delle spiagge, ad esempio, deve passare dagli stuart, bisogna porsi nelle condizioni di far rispettare le regole. Per l’applicazione della normativa – continua Monsellato – non basta il volontario ma è necessario un coordinamento tra tutti gli enti che monitorano il territorio».

“Sulle spiagge con senso di responsabilità”

Unico obiettivo per la prossima stagione, quindi, sarà creare le possibilità di recarsi nella spiaggia pubblica e allo stesso tempo garantire che le normative siano rispettate. «Qui è necessario poi anche il buon senso e l’aiuto che tutti i bagnanti devono dare: è necessario attenersi scrupolosamente alle linee guida che verranno diffuse per evitare problemi di salute e anche il danno di immagine alla marina. In questo periodo – spiega Monsellato – è motivo di orgoglio noi del direttivo l’aver ricevuto disponibilità ad entrare nel direttivo da parte di persone e amici che vogliono impegnarsi. Per noi è valore aggiunto. Inoltre, a breve comunicheremo la sede della Pro Loco: volevamo che ci fosse un punto di riferimento per tutti e siamo riusciti a trovarlo».  Nel frattempo le spiagge sono state pulite e presto ci saranno altre novità.

«Stiamo cercando di regolare anche la raccolta dei rifiuti, in modo che avvenga negli orari più opportuni – continua il presidente – stiamo cercando di creare dei percorsi turistici per dare la possibilità di vivere appieno il territorio; vorremmo, inoltre, proporre una cogestione tra il Comune di Presicce-Acquarica con Ugento e Salve, per puntare meglio sulla gestione e soluzione dei problemi e per lavorare meglio nella promozione turistica di tutta la zona». In ultimo, il presidente Monsellato anticipa che si sarà un rifacimento del lungomare, sarà un progetto importante che prevede la creazione di piste ciclabili e pedonali, la sistemazione del verde e la riqualificazione ambientale.