A Gallipoli stop ai camper “selvaggi” e ai bivacchi senza regole: l’ordinanza del Sindaco li vieta sino al 2 novembre

3366

Gallipoli – Decoro urbano da rispettare e dunque, per l’estate a Gallipoli, niente bivacchi, campeggi o accampamenti fuori dalle aree espressamente previste. Lo prevede un’ordinanza firmata dal sindaco Stefano Minerva premesso che è emerso “ in varie situazioni ed in diversi punti del territorio urbano il fenomeno di nascita di insediamenti non autorizzati di gruppi di persone, con presenza anche di minori, che occupano porzioni di aree pubbliche per utilizzarle come campeggio, bivacco e accampamento”.

La trasformazione di veicoli di ogni genere in vere e proprie “abitazioni di fortuna”, ovviamente senza i necessari servizi e con rischi per la privata e pubblica incolumità, riguarda diversi punti del territorio comunale dove trovano sistemazione alla meglio tende, coperture, costruzioni ed installazioni varie anche con l’ausilio di veicoli di vario genere, quali caravan, roulotte e camper adibiti a dimora.

Il divieto è valido sino al 2 novembre e riguarda  anche “ tende, coperture e costruzioni varie”. Oltre alle sanzioni previste per le singole fattispecie, l’ordinanza prevede anche la sanzione accessoria del sequestro amministrativo delle attrezzature nonché il ripristino dello stato dei luoghi a spese degli occupanti.