A Gallipoli e Otranto per progettare la “Destinazione Salento” del turismo

1282

Gallipoli-Otranto – Un modello di sviluppo per il territorio salentino che nasca dalla cooperazione fra imprese, associazioni e amministrazioni locali: è quello che cercherà di delineare Rete Destinazione Sud mercoledì 11 luglio presso la biblioteca comunale di Gallipoli e giovedì 12 al castello aragonese di Otranto, nel corso dei due appuntamenti (entrambi alle ore 16:30) dedicati alla presentazione del progetto “Destinazione Salento”.

Promossa da Rete Destinazione Sud (società di Salerno che aggrega una rete di imprese e imprenditori di Campania, Basilicata, Calabria e Puglia), l’iniziativa è patrocinata dal Comune di Lecce e coordinata dalle società 356 giorni in Puglia srl e BTM Puglia. Agli incontri di Gallipoli e Otranto è attesa la presenza di imprenditori e rappresentanti dei Comuni di tutto il Salento.

Gli obiettivi – Far interagire pubblico e privato per creare un modello di sviluppo condiviso, che renda competitivo il Sud sui mercati nazionali e internazionali, è lo scopo del progetto. La “Destinazione Salento” sarà così il frutto di una sinergia fra operatori del turismo, dell’artigianato, del commercio e dell’agricoltura che uniranno sforzi e competenze per mettere in piedi un brand Salento unitario.

Le dichiarazioni di Lurgi – Il presidente di Rete Destinazione Sud Michelangelo Lurgi afferma: “Le Destinazioni sono il risultato di un processo condiviso per la valorizzazione, promozione e commercializzazione di territori, imprese e prodotti. Oggi la competizione non è più solo fra singole aziende o fra singoli Comuni: nel mercato globale la competizione è fra territori organizzati”.