A Gallipoli (e non solo) le telecamere della televisione Russa per raccontare “La vita degli altri”

7031

Aradeo – Dalla Russia con amore. È proprio il caso di dirlo se Zhanna Badoeva, nota produttrice e stella della tv russa, nel giro di un mese ha fatto ritorno in terra salentina per raccontare le storie locali e i suoi abitanti nel programma “The lives of others”.

Protagonisti della puntata di domenica 21 aprile su Pervyj kanal, la principale emittente televisiva russa di carattere pubblico, saranno la tradizione di “Santu Lazzaru” ad Aradeo e nei comuni limitrofi, le terme di Santa Cesarea, la grotta Zinzulusa di Castro. La bella e talentuosa conduttrice tv appassionata di viaggi metterà poi – come da tradizione – le “mani in pasta” per realizzare un piatto di orecchiette, assaporerà il “crudo di mare” assieme ai pescatori del porto di Gallipoli, osserverà la lavorazione del formaggio, imparerà la pizzica salentina. La vacanza “esperienziale” lascia però presto spazio al racconto della vita reale delle persone, con le loro abitudini e le tante tradizioni che li accompagnano dalla nascita fino alla vecchiaia.

A definire la “tourmap” di produzione del video è stata Aratravel di Marcello Martiriggiano, agenzia specializzata in turismo medicale con sede ad Aradeo. «Abbiamo conosciuto Zhanna grazie ai social. Lei – afferma Martiriggiano – è un’artista molto conosciuta e apprezzata in Russia per il suo carisma e un grande senso dell’umorismo. Condividendo la passione per i viaggi, a febbraio scorso abbiamo pensato di contattarla per lanciare un nuovo progetto di vacanze-benessere destinato al mercato russo».

Pubblicità

Sempre alla ricerca di nuove storie da raccontare, Zhanna ha voluto fare ritorno nel Salento: «Dopo Monaco, Singapore, Venezia, Israele, Atene, Tokyo e Amsterdam – continua Martiriggiano – a fine marzo il suo viaggio per “La vita degli altri” ha fatto tappa nuovamente qui. Di lei si può dire abbia apprezzato le bellezze naturali, i prodotti del territorio e la cucina, e al suo ritorno non aveva alcun dubbio su cosa poter tornare a mangiare: un buon piatto di ricci di mare!».

Pubblicità