A Casarano primo Consiglio comunale post elezioni: unanimità di intenti e anche di voto per Marrella presidente e Totaro vice

1157

Casarano – Tutto come previsto questa mattina per il primo Consiglio comunale riunitosi questa mattina a Casarano, a quasi 50 giorni dal voto di settembre.

L’Assise (in presenza ma senza pubblico) ha eletto all’unanimità tutti i punti all’ordine del giorno, eleggendo come presidente il candidato designato dalla maggioranza Giampiero Marrella (“Fratelli d’Italia”) e come vice Umberto Totaro, nella minoranza con “Orgoglio Casarano”. Prima di tale elezione i lavori sono stati coordinati dal consigliere “anziano” (non per età ma ai sensi del Testo unico) Tommaso Toma.

Un clima di “collaborazione”

In un clima di massima collaborazione, dai banchi della maggioranza e della minoranza è stata espressa la volontà di tutti “nel collaborare per il bene del paese”. «Alla luce di ciò chiedo aiuto e collaborazione a tutti voi: posso garantire il mio massimo impegno per Casarano e verso tutti i cittadini, senza distinzioni di colore politico», ha poi affermato il sindaco Ottavio De Nuzzo. «Mi impegno a garantire la massima trasparenza, rispetto ed anche entusiasmo. Sarò il presidente di tutti», ha garantito Marrella.

Da segnalare il passaggio nel gruppo misto da parte di Massimo D’Aquino, eletto nella lista “Fedele Coluccia sindaco”. «Tale decisione non nasce da alcuna divergenza su intenti e valori, faccio anche parte del “governo ombra” della minoranza, ma sono storicamente espressione dell’associazione Liberacittà», ha spiegato D’Aquino.