A Casarano lo sportello antiviolenza “Ascolto donna” con l’Ambito sociale: supporto H24

445
Casarano – Inaugurazione lo scorso 25 novembre a Casarano dello sportello antiviolenza “Ascolto donna” presso gli uffici dell’Ambito territoriale sociale. Lo sportello sarà aperto tutti i mercoledì dalle ore 16 alle 18 al secondo piano degli uffici di viale Stazione. L’Ambito sociale di Casarano (capofila) coinvolge i comuni di Collepasso, Matino, Parabita, Ruffano, Supersano Taurisano.
Quello di Casarano è uno dei tre presidi previsti dal programma antiviolenza
“Margherita Hack 2”, promosso dallo stesso Ambito e finanziato dalla Regione Puglia, per potenziare l’accoglienza e il sostegno in favore delle donne vittime di violenza ne Comune di Casarano: gli altri due sono previsti a Ruffano e Supersano.

I servizi

Presso l’Ambito è anche attivo il Centro ascolto maltrattanti (Cam) “che, contando sul personale specializzato e adeguatamente formato, utilizza una metodologia di intervento rivolta a favorire una coscienza critica del reato e un’elaborazione consapevole degli episodi di violenza, promuovendo un approccio di genere alle relazioni, importantissimo nella lotta contro la violenza sulle donne”.
Lo sportello antiviolenza “Ascolto donna”, nel rispetto della privacy e dell’anonimato e con un’equipe di professioniste appositamente formate (assistenti sociali, avvocate, psicologhe, educatrici professionali, operatrici di accoglienza e operatrici del servizio H24), “assicura accoglienza e ascolto diretto e/o telefonico, sostegno psicologico ed elaborazione del vissuto di violenza e consulenza legale”.

Il Centro

Il Centro garantisce inoltre il servizio di pronto intervento attivo H24 (328/8212906) per assicurare interventi in emergenza con inserimenti in struttura ad indirizzo segreto, per la tutela dell’incolumità delle donne sole o con minori; percorsi di accompagnamento presso i vari servizi della rete antiviolenza; attività di sensibilizzazione informazione, promozione e prevenzione; percorsi di inserimento socio-lavorativo; accompagnamento nella ricerca di una soluzione abitativa.
«Tra le iniziative programmate in occasione della giornata del 25 Novembre abbiamo puntato a fornire una risposta concreta. La violenza sulle donne è ancora oggi una piaga sociale molto diffusa che si esplica dalla piccola discriminazione o condizionamento fino alla vera e propria violenza fisica», afferma il sindaco Ottavio De Nuzzo. Gli fa eco il suo vice, con delega alle Pari opportunità, Laura Parrotta: «L’Amministrazione comunale con queste iniziative intende sensibilizzare le coscienze affinché ognuno di noi si faccia parte attiva nel combattere qualunque forma di violenza contro le donne».