A Casarano l’emergenza Covid sposta in parrocchia le celebrazioni per Santa Maria della Croce

903

Casarano – È festa per la Madonna della Croce a Casarano: il programma, necessariamente rimaneggiato a causa dell’emergenza Coronavirus, sposta quest’anno le varie celebrazioni religiose nella parrocchia di San Domenico, “per facilitare una maggiore affluenza di fedeli”, come spiega il parroco don Fabio Toma.

L’epicentro della tradizionale festa della terza domenica di ottobre è da sempre la chiesetta dedicata a Santa Maria della Croce, nel quartiere Casaranello, ma l’emergenza Covid ha fatto preferire la più capiente chiesa parrocchiale. Il settenario di preparazione si è aperto sabato 10 ottobre con la messa animata dalle famiglie dei cresimandi.

Messe a tema

Le messe serali dei giorni successivi hanno visto in prima fila le commissioni parrocchiali, i neo 50enni, il ricordo di Don Raffaele Martina (nei 30 anni della sua morte), le mamme in attesa e i neonati, l’Azione cattolica per finire con l’unzione degli infermi. La messa delle ore 19 di sabato 17 ottobre sarà presieduta da monsignor Fernando Filograna, vescovo della diocesi di Nardò-Gallipoli.

Ridotto al minimo il programma civile con le luminarie dei fratelli Parisi di Taurisano ed i colpi e le scale pirotecniche della Pirotecnica Napoletana di Matino offerte da un devoto.