A Casarano “La mente inquieta” di Massimo Cacciari. Il filosofo ospite del liceo “Vanini”

Iniziativa in ricordo del prof. Mario Signore

4011

Casarano – Il filosofo Massimo Cacciari presenta a Casarano il suo saggio “La mente inquieta”. L’appuntamento è organizzato dal liceo “Vanini”, in collaborazione con l’Università del Salento e la compagnia teatrale “La Busacca- Teatro stabile del Salento”, domenica 2 giugno, alle ore 18.30, presso l’auditorium “M. Cacciatore” della scuola di via Reno (si accede su prenotazione ai numeri 320/5705505 – 349/6881703).

L’intervento di Cacciari, membro dell’Accademia dei Lincei, verrà introdotto dalla dirigente Maria Grazia Attanasi e moderato da Francesco Piccolo, direttore artistico de “La Busacca”.  L’iniziativa è dedicata alla memoria del prof. Mario Signore, “indimenticato studioso ed instancabile fautore di iniziative filosofiche e culturali”. Al docente nato a Rionero in Vulture e morto a Lecce nell’aprile del 2015, lo stesso Cacciari era legato da rapporti scientifici e d’amicizia.

“La mente inquieta” rappresenta una reinterpretazione storico-culturale “profondamente innovativa” del mondo umanistico. Nel saggio Cacciari porta il lettore a comprendere come  “le cose siano piú complesse e meno schematiche, e come la stessa filologia umanistica vada in realtà inserita in un progetto culturale piú ampio nel quale l’attenzione al passato è complementare alla riflessione sul futuro, mondano e ultramondano”.

Pubblicità
Pubblicità