Attrazioni culturali: 12 Comuni riuniti a Nardò

1263

Nardò – A Gallipoli giovedì scorso (presso la Sala riunioni della sede comunale di via Pavia); il 18 novembre il primo incontro pubblico operativo “in seduta plenaria” a Nardò presso la Saletta conferenze del Chiostro dei Carmelitani in corso Vittorio Emanuele, dalle ore 11 alle ore 13,00, allargato a tutti i protagonisti del territorio dei 12 Comuni ai fini della mappatura partecipata nell’ambito del Progetto “Salento Arco Ionico”, elaborato in risposta al bando del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo. Si chiama “Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale” il programma attivato con l’Azione 2 “Progettazione per la cultura”, che prevede l’aggregazione dei Comuni di Nardò (capofila), Porto Cesareo, Leverano,  Salice Salentino,  Veglie, Gallipoli, Alezio, Racale, Sannicola,  Copertino, Galatina, Galatone. Nel mese in corso sono previsti più incontri territoriali pubblici ed esperienze di raccolta di dati “a carattere fortemente innovativo, finalizzate al censimento di beni materiali e immateriali relativi al patrimonio  archeologico diffuso, alla rete dei musei, ai castelli, ai centri storici, alle torri costiere, al sistema storico-antropologico, ai valori dell’enogastronomia e dell’agroalimentare, al paesaggio costiero ed il mare”, come si legge nella nota ufficiale.