Artigianato in mostra: Taviano, per la “Cappeddha” anche musica, teatro e ospiti da Masterchef

3152

Taviano – Giovedì 7 e venerdì  8 settembre ritorna a Taviano la “Fiera ta’ Cappeddha” con il mercato tradizionale dell’artigianato figulo salentino. Molte le novità nell’edizione di quest’anno, ad iniziare dal fatto che (per la prima volta) saranno due i giorni di festa. Su corso Vittorio Emanuele II e sulle stradine laterali si potranno trovare oggetti in terracotta, lavorazioni in ferro, canestri  e tanto altro. Ricco e articolato anche il programma collaterale alla Fiera, organizzato dal Comune di Taviano e dall’associazione “Terrebruciate”. Si terranno rappresentazioni di artigiani figuli creatori di ceramiche sonore (Galleria Grimaldi), l’esposizione di terracotte dell’artista Claudio Capone (Chiesetta della Cappaddhuzza), la mostra di pittura curata dall’associazione culturale “Accademia del Salento” (stradine del centro storico). Il pittore-scultore Mario Calcagnile realizzerà in diretta, con una performance di “action painting”, un dipinto di grandi dimensioni presso i locali dell’ex Bar Italia in piazza San Martino mentre il Marchesale ospiterà la mostra di fotografia del collettivo fotografico Xima di Casarano. Ma ci sarà spazio anche, giovedì 7 dalle ore 19 al Marchesale, per le presentazioni dei libri “Tornerà la lepre a Buna” di Luigi Pisanello e a seguire “Alla mensa degli Angeli, storie di ceramiche botteghe e vasai a Nardò tra XVI e XIX” di Riccardo Vignanò. Tra gli “ospiti d’onore” della due-giorni anche Erica Liverani e Lorenzo De Guio, da Masterchef Italia. Insieme al buon cibo di strada pugliese non mancherà la musica popolare salentina: gli “Skarkanizzi” il 7 sul sagrato dell’Immacolata, l’8 il “Trio Jieangot” (per l’occasione in quartetto) in piazza San Martino e la “Be Dixie Band” con le sue improvvisazioni itineranti. Per la “Cappeddha” 2017 spazio anche al teatro, venerdì 8 alle 21 largo Sant’Anna, con Chiara e Flavio Corina in “Mai sia andiamo a finire sui giornali” dell’associazione teatrale Neroghi. La tradizionale “fischiettata t’a Cappeddha” ritorna, poi, giovedì 7 settembre dalle 21 per le vie del centro nell’ambito della rassegna “Girodicorte”.