Pubblicità

Gallipoli – Lotta ai rifiuti abbandonati sopra e sotto il mare. In questi giorni il Comune ha avviato la rimozione di immondizie abbandonate su aree pubbliche ed ha concluso la rimozione di 23 relitti marini tra il porticciolo del Canneto e il Rivelino.

Partecipando ad un avviso pubblico della Regione finalizzato proprio ad “interventi di rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati in aree pubbliche”, l’Amministrazione comunale ha ottenuto un finanziamento di 34.688 euro cui ha aggiunto, come cofinanziamento, la somma di 14.866 per un totale di poco più di 49mila euro.

Espletate le procedure che prevedevano l’invito di cinque operatori del settore, è risultata vincente la ditta Rei (Recupero ecologico inerti srl) di Cavallino che sui 45.050 euro ha effettuato un ribasso di del 5%. A beve dovrebbero seguire le prime rimozioni.

Porticciolo del Canneto

Barche affondate E’ stato infine ultimato il lavoro di carico, trasporto e smaltimento di tre relitti di imbarcazioni superiori a quattro metri di lunghezza e di altri venti con dimensioni inferiori a quella indicata prima. In tutti e 23 i casi i relitti erano stati abbandonati dai proprietari nei porticcioli del Canneto e del Rivellino.

L’intervento è stato effettuato dalla ditta Rossetto Rossano di Matino ed è costato 12.200 euro.

 

 

 

Pubblicità

Commenta la notizia!