Ztl e parcheggi: dai lidi avvertono “Qui piovono disdette e fughe”

litoranea gallipoli 2012 (2)GALLIPOLI. Sono pronti i gestori dei lidi del litorale sud ad accogliere al meglio l’onda montante dei turisti. Ma per alcuni l’entusiasmo è smorzato non solo per l’ordinanza che fissa la chiusura alle 21,30 ma anche per l’introduzione della zona a traffico limitato alla Baia verde. I lidi “Bleu Bay” e “Por do sol” di Sergio Orlando si sono attrezzati con un servizio navetta: «Ma la navetta è solo un palliativo – afferma il gestore – le prenotazioni sono in calo e abbiamo ricevuto molte disdette di clienti che avevano prenotato prima di sapere della Ztl dentro la Baia Verde. Il problema sono i parcheggi, quelli messi a disposizione sono troppo lontani e le famiglie invece di farsi tutti quel tratto a piedi preferiscono annullare e andare altrove.

Ci sentiamo penalizzati perché i nostri stabilimenti si trovano proprio tra la prima e la seconda entrata della Baia Verde». Stesso discorso e stessi problemi per “La Playa” di Maria Monterosso: «Questa è sempre stata una spiaggia tranquilla, per famiglie, non abbiamo mai dato fastidio a nessuno. Adesso ci sentiamo penalizzati perché i nostri clienti non riusciranno più a raggiungerci tanto facilmente. Sicuramente i ragazzi ad agosto useranno le biciclette e verranno ugualmente, ma noi abbiamo lavorato sempre, in questi 43 anni,  soprattutto con le famiglie». Dello stesso parere il gestore del “Bikini Beach”, Luigi Alemanno, per il quale la zona a traffico limitato dovrebbe riguardare soltanto la sera e le ore notturne.

Commenta la notizia!