Volley femminile tutte le risorse puntate sui giovani

by -
0 679

Foto di gruppo delle atlete dell’Olimpus Parabita

Parabita. Archiviata la retrocessione in serie D di volley femminile a conclusione della stagione agonistica 2010/2011, il club Volley Salento Olimpius Parabita guarda già al futuro. E nonostante la “sconfitta sportiva” del declassamento di categoria non fa drammi, proiettando il proprio impegno per la valorizzazione del suo vero tesoro, il settore giovanile.

Un settore che per due bienni ha conquistato il “Marchio di qualità”, il prestigioso riconoscimento che la Federazione italiana pallavolo assegna a livello nazionale in base al numero di tesserati, ai risultati ed alle qualifiche professionali delle società e dei loro tecnici.

«Siamo costantemente al lavoro – conferma Barbara Giaffreda, allenatrice del settore giovanile del sodalizio parabitano – con l’obiettivo di reclutare e soprattutto formare giovani atleti che facciano dello sport un diversivo sano e salutare e che li allontani dalle deviazioni giovanili. Nel contempo, diamo loro la prospettiva di poter affacciarsi nella prima squadra, favorendo l’esperienza sul campo, a livello sportivo come a livello personale di crescita».

La squadra parabitana allenata da Giuseppe Giaffreda ha subito la retrocessione all’ultimo punto della gara spareggio decisiva per la salvezza contro il Putignano, ma ha dimostrato di avere una buona intelaiatura sulla quale costruire la nuova avventura in serie D.

In prima squadra per il prossimo anno verranno promosse le migliori atlete che in questa stagione hanno preso parte ai tornei giovanili di under 18, 16, 14 e 12, ovvero le più promettenti giocatrici di un vivaio che in totale coinvolge oltre cento ragazze (e ragazzi) selezionati nei vari centri giovanili promossi nell’ambito dei un’attività a livello scolastico avviato in collaborazione con le associazioni di paesi limitrofi.

DG

Commenta la notizia!