Muci: «Una sconfitta storica»

by -
0 692

Matino. Sono a dir poco delusi e mortificati i candidati a sindaco degli altri due schieramenti civici che sono stati sconfitti dal Pdl guidato da Tiziano Cataldi.

La sconfitta è stata cocente soprattutto per la lista “Matino democratica” (appoggiata da Pd, Italia dei Valori, Sel, Federazione della sinistra e socialisti e pressochè tutto l’associazionismo matinese. La lista di centrosinistra ha raccolto appena 673 voti,  poco meno del 10 per cento, ed avrà per questo un solo rappresentante in Consiglio comunale: Donato Muci (ex Sel), che non manca però di promettere una battaglia molto accanita.

«Da parte mia – chiarisce subito Muci – visto che sono l’unico rappresentante della sinistra, farò un’opposizione durissima. Quella che abbiamo subito è una sconfitta storica per la sinistra a Matino».

Un buon risultato, ben 2.594 preferenze pari al 36,36 per cento, è stato raggiunto invece da “Matino la tua città” con a capo l’avvocato Luigi Provenzano, ex An, dissidente della precedente amministrazione ed ora nel Fli. Anche se comunque, a suo dire, ci si aspettava ben di più. «Tutti i candidati di “Matino La Tua Città” – si legge in uno stringato comunicato dopo il voto –  prendono atto del risultato elettorale, riservandosi di analizzare la divergenza di consenso tra la partecipazione dimostrata dalla cittadinanza al momento della formazione della proposta politica e i sorprendenti dati usciti dalle urne. In tal senso appare, sin da ora, necessario verificare alcune fonti di informazione in merito a taluni fatti accaduti negli ultimi tre giorni». Altro non si dice, per ora almeno. In questa lista vi sono i due consiglieri di opposizione più suffragati: il dottor Elio Romano che ha preso 440 voti (per lui è la prima volta) e Massimiliano Romano (363), quest’ultimo assessore durante l’amministrazione di Giorgio Primiceri e poi indipendente.

 

Commenta la notizia!