“Vittime della strada”, a Racale ricordi e riflessioni

RACALE. «Immergersi nel ricordo, per proteggere la vita»: questo, lo slogan che ha fatto da filo conduttore all’evento organizzato dall’associazione Vittime della strada “Giuseppe Sasso”, in occasione della “Giornata Mondiale Onu del ricordo delle vittime della strada”, del 16 novembre scorso. La manifestazione è dedicata al ricordo di chi per strada ha perso la vita, ma anche a coloro che, dopo un incidente stradale, devono fare i conti con la disabilità. Una serie di iniziative si sono svolte tra venerdì 14 e domenica 16 novembre con l’obiettivo di sensibilizzare i partecipanti alla questione della sicurezza stradale, un problema estremamente delicato che richiede l’impegno da parte di tutti, automobilisti e istituzioni.

I rappresentanti dell’associazione organizzatrice hanno dapprima incontrato i ragazzi della Scuola media e successivamente i gruppi parrocchiali, tra cui i “…Come frecce”, gli “Scout Racale 1” e l’”Azione cattolica”.
Ai partecipanti sono stati esposti tutti i possibili rischi, le cause di incidente e le tempestive azioni di soccorso per salvare una vita in situazioni drammatiche. I ragazzi si sono poi confrontati in gruppo sulla tematica principale della mnifestazione giungendo ad acquisire, nel proprio piccolo, una maggiore coscienza di sé e a conferire un peso superiore a un dono dal valore inestimabile, qual è la vita.
La manifestazione si è conclusa con una celebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale di “San Giorgio Martire”.

Commenta la notizia!