Ora in serie C, sognando la A

by -
0 642

Il presidente Andrea Cacciatore

Taviano. Il presidente Cacciatore desiderava un inizio di stagione così avvincente, frizzante, da primi della classe. Dopo una seria e generosa campagna acquisti, la società tavianese inizia a raccogliere i primi frutti e, dopo appena quattro giornate, si gode la vetta della classifica.

Sin dalle prime battute della stagione, sin dall’inizio della preparazione, gli addetti ai lavori hanno riconosciuto nel Taviano la squadra da battere, la formazione meglio attrezzata per la vittoria del campionato e per il conseguente salto diretto nella categoria superiore, la B2.

E le prime impressioni confermano quanto detto finora, con la formazione di Mister Nicolazzo che sembra una spanna superiore agli avversari.

L’esordio in campionato, lo scorso 16 ottobre a Tricase, contro i padroni di casa allenati da Maurizio De Giorgi, ha dato subito i primi spunti: 3 a 1 per Taviano e primi tre punti messi in saccoccia. Poi quattro tre a zero nelle successive quattro partite, rispettivamente contro Trepuzzi, Ruffano e Locorotondo e Statte.

A Taviano l’entusiasmo cresce partita dopo partita. Non è facile riportare appassionati al palazzetto per vedere partite di serie C, dopo anni e anni di vittorie in serie A, ma questa società, questi ragazzi hanno voglia di continuare a crescere, per mettere le basi alla realizzazione del sogno: restituire alla città il palcoscenico del grande volley. Anche il tifo organizzato non manca di dare il proprio sostegno alla Virtus. Certo, si tratta ancora di un gruppo esiguo, ma rumoroso e costante, il che rende la vita difficile ai giocatori delle squadre avversarie.

Il pubblico ha già i propri beniamini, con una preferenza, scontata, per il capitano Luigi Grimaldi, quest’anno partente dalla panchina, ma sempre pronto a dare un prezioso contributo alla causa. Mister Nicolazzo può contare su una rosa di tutto rispetto, completa e con riserve in grado di sopperire all’assenza dei titolari. A guardare il roster titolare, poi, si capisce perché la Virtus Taviano viene accreditata come la favorita alla vittoria del campionato: Nicolazzo in regia, Calò opposto, Luceri e Serra al centro, Giorlando e Nobile di banda e D’Urso libero. Una formazione da far invidia anche in B2, e scusate se è poco.

CAP

Commenta la notizia!