Vini e dolci made in Tuglie

di -
0 784

Barbara e Marta Mottura.

Tuglie. “Mottura” e “Alda”, importanti aziende di Tuglie,  protagoniste al Vinitaly 2012, la fiera dedicata a tutte le etichette vitivinicole del panorama internazionale, che si svolge a Verona.

“Mottura, vini del Salento” ha proposto un vero e proprio laboratorio del gusto, facendo degustare ai visitatori l’anteprima della nuova annata di “Le Pitre”: il Primitivo e il Negroamaro del Salento. Le due eccellenze enologiche proposte dalle cantine Mottura  sono state abbinate alle creazioni dei maestri dolciari dell’Alda, la famosa azienda che rivisita in chiave moderna l’arte pasticcera pugliese più tradizionale. Si va dalle proposte al cioccolato, come i “Ficolì” al vino cotto di Primitivo (cremino di fichi con puro fondente extra) alle “Amorene” (amarene candite in crosta di puro fondente), fino alla “Cotognata”, retaggio di una tradizione antica e sempre viva nella cultura dolciaria della Puglia e alle creazioni in pasta di mandorla, perfette da abbinare con il Moscato di Trani di Villa Mottura, prodotto esclusivamente con uve raccolte a mano quando sono leggermente surmature.

«Il progetto “Le Pitre” nasce nel 2005 e mira ad esaltare le potenzialità delle uve autoctone, ad ottimizzare il rapporto tra terreno e vigna e a migliorare la genetica con ricerche clonali – ha spiegato Barbara Mottura, titolare dell’azienda – Ogni vino nato da questo progetto è un’espressione unica del proprio territorio, ha la propria identità, storia e personalità, ma con uno spirito e uno scopo comune: insieme rappresentano il meglio del Salento e dei valori della nostra azienda». Questi vini della Tenuta “Le Pitre” vengono prodotti da vigneti di 60 anni, coltivati “ad alberello”, tecnica questa che consente una maggiore concentrazione di aromi e profumi nei grappoli. Vini speciali che hanno già ricevuto riconoscimenti dal mondo dell’enologia mondiale, come il Primitivo Igt “Rosso Salento” che ha vinto, di recente, la medaglia d’oro al Berliner Wein Trophy, il concorso enologico internazionale svoltosi a Berlino.

Federica Sabato

Commenta la notizia!