Il sindaco Romano si ricandida, ma con le primarie

by -
0 723
Ad Alezio si voterà per il rinnovo dell’amministrazione comunale nella primavera del 2013, ma già ci sono movimenti  in vista della scadenza.
A mettersi in moto lo scorso novembre è stato il sindaco Vincenzo Romano, al suo primo mandato,  che ha inviato una lettera ai partiti del centrosinistra. Oggetto: organizzare le primarie per individuare il nuovo sindaco, non senza aver prima manifestato la propria volontà a ricandidarsi “ma non automaticamente”. «Sono pronto a rimettermi al giudizio dell’elettorato di centrosinistra con altri eventuali candidati».

Da allora nessuna risposta ufficiale al passo (ufficiale) del primo cittadino. Ma forse qualcosa arriverà: «In questi giorni ci riuniremo per prendere le relative decisioni», dice Guido Sansò, segretario del Pd e consigliere comunale. Per la vendoliana Sel, l’assessore Walter De Santis esprime un giudizio positivo sull’esperienza fin qui fatta e aggiunge: «Non avrei problemi a sostenere il sindaco uscente in caso di primarie, momento di democrazia partecipata». Nessuna presa di posizione invece da Rifondazione comunista: Non ci siamo ancora riuniti», taglia corto Vittorio Grazioli, consigliere comunale.

Un appoggio ma anche una critica arriva da Emanuele De Pasvali, socialista ed esponente storico di quell’area: «Sarei disposto a sostenere il sindaco Romano con la speranza però che ci sia più comunicazione e collaborazione tra l’amministrazione ed il mio partito, cosa che finora non c’è stata».

Il sindaco pronto a correre per la seconda volta spiega la sua proposta (di solito le primarie si fanno in assenza di candidati o quando ci sono più concorrenti): «Nonostante manchi ancora un anno ho chiesto ai partiti del centrosinistra che quattro anni fa si accordarono sul mio nome come candidato, di dire la loro. Siano loro a decidere se rinnovare la mia candidatura o proporne una nuova».
Dicendosi in attesa di riscontri e pronto per un eventuale incontro,  Romano scriveva ancora: «Questo mio convincimento (le primarie, ndr) scaturisce dalla necessità di consentire al prossimo candidato sindaco, chiunque esso sia, di essere l’unico candidato dell’intera coalizione; sarebbe  un grave errore se ciò non avvenisse».
N.P.

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!