Videosorveglianza: 200mila euro e “occhi” aperti sulla città

di -
0 591

Videosorveglianza anche per largo stazione

Gallipoli. A Gallipoli si accendono le telecamere. Sono quelle che verranno posizionate nei punti sensibili della città nell’ambito del programma operativo nazionale di sicurezza, “Obiettivo Convergenza”.

Il comitato di valutazione presso il ministero dell’Interno ha accolto la richiesta di finanziamento (pari a 220mila euro) da parte del Comune di Gallipoli, insieme a sole altri quattro sedi in tutta la Puglia, bocciando, tra l’altro, il progetto avanzato dalla vicina Casarano.

Il sistema di videosorveglianza redatto dall’ufficio tecnico comunale con la consulenza del comando di polizia municipale, prevede la collocazione di venti telecamere. Nessuna di queste, però, tra le mura del centro storico in quanto la Soprintendenza per i beni architettonici non ha dato il proprio nulla osta.

La sala comando presso i vigili urbani potrà, però, vigilare su piazza Aldo Moro (largo Canneto), piazza Tellini (Sacro Cuore), largo Stazione e Monumento ai Caduti, piazza Carducci e via Pavia (sede comunale) nonché sugli edifici scolastici e sull’incrocio semaforizzato di via Giovanni XXIII.

Commenta la notizia!