Via Rimembranze rinasce

by -
0 589

ALTRI LAVORI IN CORSO Mentre nella stessa zona si procede nell’intervento di ampliamento del Cimitero, sono stati avviati i lavori per questo tratto di strada, compreso tra l’entrata del Cimitero (con interventi in corso anche qui) e piazza Giorgio Primiceri. La via in questione molto traffi cata i n direzione della parte alta del paese e di casarano, si allaga spesso anche con piogge di lieve entità

Matino. Sono in corso i lavori per la sistemazione di Via delle Rimembranze. Per evitare il ripetersi dei frequenti allagamenti   si sta intervenendo con la sostituzione delle tubature di alcuni sottoservizi risultate danneggiate ed usurate dal tempo.

La  delibera comunale che dà il via ai lavori (finanziata con 36.500 euro) risale a fine dicembre. Il tratto di strada in questione è quello compreso tra l’entrata del cimitero e piazza Giorgio Primiceri che viene ad allagarsi anche con piogge di scarsa entità.

Stando al parere del presidente del locale Centro Protezione civile Quintino Marsano, inoltre, l’area è a rischio idrogeologico. «Con le ultime piogge la zona si è completamente allagata e ciò, oltre a costituire un  pericolo per la circolazione, impedisce di raggiungere il cimitero. Per questo – afferma  Marsano – dopo aver effettuato un sopralluogo abbiamo segnalato al Comune la necessità di un intervento».

Via delle Rimembranze permette di raggiungere  la scuola media “Dante Alighieri” ed oltre ad essere una delle principali arterie del paese è una via di comunicazione per diversi comuni, tra cui Casarano,  Taviano e Gallipoli, ragion per cui risulta essere molto trafficata in qualsiasi fascia oraria.
Il Comune di Matino ha, quindi, disposto d’intervenire e di farlo con urgenza.

Tra le cause principali che hanno originato la condizione di disagio, vi è la scarsa manutenzione riservata negli anni al vicino canale di scolo che ha, inevitabilmente, portato alla situazione attuale. Non è un caso, inoltre, che l’area soggetta ad allagamenti corrisponda alla cosiddetta “zona bassa” di Matino, dove confluisce l’acqua piovana dell’intero paese. Lo stato attuale dei canali in questione presenta, inoltre, “evidenti stati di usura e cedimenti strutturali della soletta di copertura” come si legge nella stessa delibera.

Maria A. Quintana

Commenta la notizia!