Usura “organizzata” in famiglia: quattro arresti ad Aradeo. Sequestrati beni per 10 milioni di euro

ARADEO. Un vero e proprio istituto finanziario dedito all’usura è stato smascherato, ad Aradeo, dall’operazione “Bad cheque” della Guardia di finanza. Le Fiamme gialle hanno posto sotto sequestro beni per circa 10 milioni di euro ponendo agli arresti domiciliari quattro persone (con un ricercato a piede libero) tutti della stessa famiglia: si tratta dell’83enne C.M. e del figlio 56enne A.M. (l’altro figlio M.M., 44 anni, è ricercato), della 56enne A.P. (moglie del figlio arrestato) e del 51enne R.G. (quest’ultimo di Neviano).

Per tutti le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata all’usura e all’estorsione. Nella loro morsa imprenditori operanti soprattutto nel settore dell’arredamento e dei complementi d’arredo tra Neviano, Nardò, Galatone, Gallipoli, Parabita e Galatina. I tassi d’interesse praticati erano in alcuni casi superiori anche al 140%. Alcune operazioni finanziarie avrebbero portato benefici anche ad un noto clan legato alla “Sacra corona unita”. Tra i beni sotto sequestro tre locali commerciali, quattro appartamenti, cinque autovetture e 18 conti correnti.

Commenta la notizia!