Nuova società, vecchia grinta: l’Alezio svetta in classifica

di -
0 560

Alezio. Dopo sei vittorie consecutive, l’Us Alezio si ritrova in vetta alla classifica del campionato di Terza Categoria. Il girone di andata era partito bene e sta per concludersi nel migliore dei modi. Durante il mercato di gennaio è arrivato tra le file dell’Alezio,  anche Giuseppe Farina, che abbandonato il Taviano è ritornato in “patria”; dopo le prime tre partite, l’attaccante ha siglato una tripletta nella gara contro il Merine, terminata con la vittoria degli aletini per 3-1.

Anche un veterano dell’Alezio, Flavio Mega, che si è assentato per due anni dalle scene del calcio dilettantistico, è tornato a giocare: «La mia assenza  – afferma Mega – è stata dovuta ad impegni lavorativi e ad un infortunio, dal quale mi sto riprendendo grazie alle cure dei dottori Rizzo e Scorrano (di Sannicola, ndr) e alla preparazione atletica curata dal prof. Francesco Negro, attuale preparatore atletico del Gallipoli. Sarò pronto ad entrare in campo nelle prossime partite e disposto a dare il mio contributo a quest’Alezio, che dai risultati di quest’anno sembra non avere rivali».

Tutte le vittorie aletine generano scene d’entusiasmo ma nell’ultima è comparso anche lo spumante che mister Coi, tecnico di Parabita, ha voluto offrire ai suoi ragazzi nello spogliatoio, come premio meritato. «Sono molto fiero dei miei ragazzi – afferma il mister – sia per quanto facciano durante la preparazione infrasettimanale che nelle gare. Stiamo riuscendo a ottenere e portare avanti quanto ci eravamo preposti all’inizio del campionato. Spero vivamente che questa realtà possa durare ancora a lungo e ringrazio l’intera società per la fiducia accordatami».

Soddisfazione e gioia si evincono anche dalle parole del presidente Giampiero De Benedetto, visibilmente emozionato: «Non credevo che la nostra società potesse raggiungere tali risultati, pur essendo nata da poco tempo (giugno scorso); vantiamo una fortissima coesione sia nei rapporti tra i soci che con i giocatori. Mi sento in dovere di ringraziare i numerosi tifosi che ci seguono sia in casa che in trasferta. Un plauso va sicuramente anche ai panchinari che nonostante la loro “condizione”, dimostrano molta tenacia in campo quando giocano anche per soli dieci minuti».
Nicolas Pisanello

Commenta la notizia!