Le Pro loco si uniscono, e l’accoglienza s’allarga

di -
0 1161

Ugento. Il campanile va bene, ma da che mondo è mondo si sa anche che l’unione fa la forza. È quello che devono aver pensato le quattordici Pro loco di altrettanti paesi del basso Salento, che hanno deciso di lavorare insieme.

Le associazioni di Andrano, Acquarica del Capo, Alessano, Gemini, Leuca, Montesano, Patù, Presicce, Ruffano, Specchia, Taurisano, Tiggiano, Torre Vado e Tricase si sono riunite nei giorni scorsi a Gemini, nel salone dell’Oratorio, dove è stato ufficialmente presentato il primo nucleo del Consorzio delle Pro loco Capo di Leuca, iniziativa unica in Puglia.

Alla testa, il presidente eletto Antonio Renzo da Torre Vado, che ha subito dichiarato che tutte le rappresentative intervenute avranno pari dignità e importanza, difatti le riunioni si svolgeranno volta per volta, a rotazione, in tutti i paesi interessati. Si comincia da Gemini, per la gioia del vice presidente Oronzo Ricchiuto, e così via, per imparare, conoscere e prendere diretto contatto con quelle che sono le risorse economiche, imprenditoriali e organizzative da tutelare e valorizzare, in nome del bene comune che si intende perseguire, ovvero lo sviluppo del territorio. La dirigenza si completa con la nomina di Roberto Cavallo, da Leuca, a segretario.

Più in generale, lo scopo primario dichiarato dal Consorzio è quello di potenziare l’accoglienza turistica, attività che riveste un interesse primario.

Nel far questo, la costituzione di una figura univoca che convogli in sé i vari attori interessati mira a facilitare i rapporti tra le Pro loco e istituzioni e autorità che operano nel settore del turismo, nonché la maggiore flessibilità nelle interazioni tra le stesse Pro loco e i soggetti, anche privati, che possano desiderare di agire nell’interesse del territorio.

Prima ancora della presentazione, il Consorzio ha avuto la sua prima uscita pubblica a Gallipoli il 23 marzo scorso, nell’ambito dell’Assemblea nazionale dell’Unpli, l’Unione nazionale Pro loco d’Italia. Per realizzare il logo ufficiale del Consorzio è stato bandito un concorso che ha coinvolto le scuole di tutti i paesi interessati.

                                                              LPR

Commenta la notizia!