Una zattera davanti al Ceduc

by -
0 735

Gallipoli. Presso il laboratorio urbano “Libera L’arte”, nel chiostro San Domenico, sono ancora consultabili tutti gli elaborati del progetto preliminare del Piano comunale delle coste. In base alla procedure prevista, finalizzata a creare un’ ampia informazione e magari condivisione, è ancora possibile inviare suggerimenti e proposte collegandosi al sito del Comune alla sezione dedicata a “Il viaggio inizia dalle idee”. Ad oggi sono pervenute circa una decina di indicazioni (addirittura prima che venisse messo on line il progetto). Alcune idee sono corredate di progetto come l’“Ampliamento di una concessione demaniale per servizi ai propri soci diportisti” dell’ingegnere Marcello Buggemi, presidente del club motonautico velico “Il Lanternino” con sede al torrione San Benedetto. Il progetto, datato 21 aprile, riguarda la costruzione di un’area a ridosso del molo all’interno dello specchio d’acqua del cosiddetto “Lazzaretto” di fronte al Circolo della Vela da arredare adeguatamente.

Il geometra Marcello Maggio, ripropone il suo progetto di sosta di ristoro da costruire sul lungomare Galilei, con bagni, docce, spogliatoi per tutti gli appassionati di footing. La proposta n. 5, di Antonio Giungato, del 10 aprile, mira a rivoluzionare la litoranea con la rimozione della strada asfaltata, da sostituire con struttura in legno da rimuovere in inverno, da percorrere a piedi o in bici, e l’accesso alla spiaggia attraverso Baia Verde, un po’ come previsto nel piano.

Agata Bruno con la sua proposta del 9 maggio elaborata dal geometra Maggio, propone la costruzione di una enorme zattera galleggiante “elioterapica” a mo’ di rotonda davanti alla scogliera bassa di fronte al Ceduc per attività riabilitative.

Commenta la notizia!