Una ferita sulla riviera Diaz, se ne teme un’altra

cedimenti mura del centro storico - gallipoliGALLIPOLI. L’ultimo cedimento, in ordine di tempo, si è avuto nel tratto di mura davanti alla chiesa degli Angeli. Non è infatti il primo ma – cosa ben più preoccupante – non sarà certamente l’ultimo e l’unico in quella zona della cinta muraria particolarmente degradata sulla riviera Diaz. A meno che non si provveda, ma si tratta di capitali ingenti per la messa in sicurezza dell’intera struttura. Il Sindaco Francesco Errico in questi giorni sta valutando l’idea di far predisporre intanto un progetto prelininare in modo da tenere pronto un elaborato necessario a partecipare ad eventuali bandi europei e nazionali in materia. Intanto si cerca di mettere in sicurezza l’ultimo cedimento di qualche settimana fa. Il tecnico comunale interessato, l’ingegnere Sergio Leone, ha predisposto   un intervento urgente per tamponare la situazione; l’importo è di 30mila euro circa, da reperire nel bilancio comunale. L’area resta transennata. Occhi puntati infine su di un altro tratto poco distante che si presenta eroso e con evidenti segni di dissesto statico.

Commenta la notizia!