Gallipoli – Il futuro che è già presente arriva in città. Sea Drone Tech Summit 2018, congresso promosso dall’associazione Ifimedia e organizzato dalla società Mediarkè in collaborazione con “Roma Drone Campus”, ha scelto Gallipoli come sede della sua prima edizione il 16 e 17 novembre prossimi. Tema della rassegna saranno i droni e le loro applicazioni.

“Sono un matrimonio tra la tecnologia degli elicotteri e dei robot – spiega Luciano Castro, organizzatore e presidente di Mediarkè -. I droni sono nati per applicazioni militari, oggi sono accessibili con poche centinaia di euro. Noi abbiamo deciso di raccontare questo fenomeno che è tecnologico, imprenditoriale, ma anche di costume”.

Gli utilizzi in mare Sea Drone Tech Summit 2018 focalizzerà la sua attenzione sugli utilizzi marini della tecnologia. Questi robot sono in grado di raggiungere fondali inesplorati e di documentare con telecamere e sensori l’ambiente sommerso. “Queste macchine stanno rivoluzionando le ricerche negli abissi – spiega Castro – basti pensare che solo l’Italia possiede oltre settemila chilometri di coste e oltre mille siti archeologici sommersi conosciuti. Un patrimonio che andrà esplorato, studiato e tutelato anche grazie a droni e robot capaci di immergersi e operare a lungo a profondità inaccessibili all’uomo”.

Pubblicità

Non solo ricerca però: tra i droni presentati ci sarà anche il così detto drone-bagnino, un robot a oggi in grado di recapitare un salvagente a un bagnante in difficoltà ma che in futuro potrebbe essere utilizzato per recuperare lo stesso soggetto. Altra novità saranno i droni-scialuppa, piccole imbarcazioni senza equipaggio progettate per il soccorso.

Sea Drone Tech Summit 2018 vedrà gli interventi di esperti del settore, rappresentanti di Forze armate, Corpi armati dello Stato, Enea, Consiglio nazionale delle ricerche, aziende specializzate e delle Università del Salento, di Palermo, Verona, Firenze e Roma “La Sapienza”. Inoltre l’evento  ha ricevuto i patrocini dei ministeri della Difesa e dello Sviluppo economico, di Regione Puglia, Comune di Gallipoli, Enea, Cnr, Università del Salento e Link Campus University.

Il programma al momento prevede venerdì 16 novembre la cerimonia inaugurale con la presenza di istituzioni locali e nazionali, a cui seguiranno tre sessioni: la prima dedicata a droni e robot sottomarini, la seconda a droni navali di superficie, la terza a droni aerei per impieghi marini. Si svolgeranno anche dimostrazioni operative in vasca e in mare, quest’ultime sabato 17 presso il Circolo della vela. Per la parte congressuale, relatori e partecipanti saranno ospitati presso l’Ecoresort Le Sirenè e l’hotel Bellavista Club. La partecipazione è gratuita e riservata ai professionisti del settore, previa registrazione online su www.seadrone.it. “Sarà un vero e proprio summit nazionale – conclude Castro – che consentirà di fare il punto, creare nuove partnership e dare visibilità a un comparto tecnologico d’eccellenza poco conosciuto dalla collettività”.

Matteo Corciulo

Pubblicità

Commenta la notizia!