Taurisano – Va a tre artisti salentini il Premio internazionale Salvatore Quasimodo. Il primo premio per la sezione musica è andato ad Alessandro Caione di Arnesano e Silvio Cantoro di Lecce, per il brano musicale “Nei sogni” mentre il terzo premio è andato a Marco Puzzello, trombettista di Taurisano, per il brano “Ultima generazione”. A premiare i tre musicisti è stata una giuria di assoluto spessore, presieduta da Alessandro Quasimodo, figlio del celebre poeta, e composta, tra gli altri, da Mariella Nava, con la presenza di Mogol. Il premio intitolato al Premio Nobel per la letteratura nel 1959, giunto alla quarta edizione, è stato ideato e voluto dal figlio Alessandro. Peraltro, quella di quest’anno è stata un’edizione straordinaria, in quanto coincideva con i 50 anni dalla scomparsa del poeta. La cerimonia si è tenuta a Rocca Imperiale, in provincia di Cosenza, nelle scorse settimane.

Dalla corsa per Area Sanremo al Premio Quasimodo Il brano “Nei sogni”, tratto dalla colonna sonora del cortometraggio “La Bicicletta” e interpretato da “Beat Five”, quintetto vocale con la voce solista di Serena Spedicato, è già stato insignito di diversi premi nazionali e internazionali. Il brano “Ultima generazione”», invece, è circolato in diverse radio locali e nazionali ed è stato presentato ad Area Sanremo, dove ha superato le prime due fasi di selezioni. Viva soddisfazione espressa dal poliedrico artista taurisanese. «Obiettivamente – commenta  Puzzello – quando si partecipa ad un concorso si deve completamente abbandonare l’aspettativa e apprezzare il fatto che la tua musica, le tue parole possano essere ascoltate da qualcuno che darà loro il giusto peso. Se poi si accede al podio, l’emozione è sicuramente grande. Sono esperienze che ti danno la forza di crederci sempre, di non avere paura di esprimere la propria arte, le proprie emozioni, perché quando si scrive, così come quando si suona, si cerca di donare quello che si prova. È un dono, per chi vuole riceverlo ovviamente». Ora, però, c’è da pensare al futuro, diviso tra musica e poesia. «Attualmente – spiega il musicista – sto lavorando sul mio disco per dare una forma concreta a tutte le mie idee. In più, fra poco verrà pubblicata una mia raccolta di poesie. Alcune mie poesie sono state selezionate per un’Enciclopedia intitolata al poeta Mario Luzi».

Pubblicità

Commenta la notizia!