Ugento, soldi per combattere l’erosione delle coste

Torre-San-Giovanni-LungomareDaniela Anna Specolizzi assessore UgentoL’imposta di soggiorno dell’estate 2014 ha fruttato alle casse del Comune di Ugento circa 370mila euro, con un calo di circa 20mila euro rispetto all’estate precedente. E se le entrate del 2013 sono state impegnate per la realizzazione un nuovo centro dialisi, quelle dello scorso anno saranno utilizzate per fronteggiare l’emergenza dell’erosione costiera. Lo afferma l’assessore al Bilancio Daniela Specolizzi (a sinistra): «Si tratta di un problema che va affrontato e per questo è stato affidato a due tecnici l’incarico di produrre degli elaborati in merito. Quella dell’erosione, ovviamente, è una questione per la cui soluzione non basteranno le somme stanziate grazie all’imposta di soggiorno del 2014. Per questo prevediamo che anche parte delle entrate del 2015 saranno destinate in tal senso». Gli importi del 2014 sono stati impegnati anche per la riqualificazione di piazza Porta San Nicola, i cui lavori dovrebbero iniziare a marzo. Destinate somme anche per la segnaletica stradale e per la manutenzione delle strade delle marine e del centro storico.

«Nella conferenza per il turismo che si è svolta qualche giorno fa – continua l’assessore Specolizzi – abbiamo anche deciso di aderire al portale “Viaggiarte”, che sarà attivo da quest’anno. Abbiamo poi recepito l’esigenza, manifestata dagli albergatori, di ripristinare il servizio navetta per collegare il paese alle marine. Confermeremo l’installazione del Bancomat a Torre San Giovanni e, per venire incontro alle esigenze ormai sempre crescenti, stiamo pensando a un sistema per portare l’adsl anche nelle marine di Torre Mozza e Lido Marini».

Commenta la notizia!