Ugento, al primo posto le famiglie, poi luoghi esclusivi e costosi

Lido Astor Torre San Giovanni - UgentoUGENTO. Le famiglie al primo posto per gli stabilimenti balneari delle marine di Ugento. Quasi tutti i lidi di Torre San Giovanni, Torre Mozza e Lido Marini hanno orientato i loro servizi verso la clientela che ama tranquillità e relax. Come, per esempio, il “Lido sabbioso” di Luce Vantaggiato, che dispone di ombrelloni tradizionali e in paglia e di un ristorante sulla spiaggia. O il “Lido Pineta”, gestito dalla cooperativa “Impegno popolare”, che accoglie bagnanti di tutte le età, con parco giochi e pineta per picnic e un ristorante self-service.

Chi si è specializzato in   cerimonie – pur senza tralasciare  i servizi tradizionali – è invece il “Bora Bora” di Giancarlo Lucrezio: lo stabilimento ha un target medio-alto; grazie ad un team specializzato organizza  matrimoni sulla spiaggia. Qui sono consentiti gli animali (esclusivamente con libretto veterinario) e il divertimento è assicurato da un folto gruppo di animatori. Per i giovani, invece, la tappa obbligata è il “Coco Loco”, famoso in tutta Italia per gli aperitivi, il mojito e le selezioni musicali dei dj più gettonati del momento. Nella struttura si possono noleggiare lettini nella zona solarium oppure scegliere la riservatezza dei privé all’ombra del bambù. Non manca la cucina.

Da Torre San Giovanni, si va a Torre Mozza e s’incontra il “Lido Mania”, di proprietà di Maria Moscatello. Anche questo è un lido frequentato principalmente da famiglie con bambini, ma non mancano i giovani. Degni di nota il servizio di noleggio di ombrelloni e lettini da portare sulla spiaggia libera (ovviamente ci sono anche quelli allestiti nell’area in concessione) e servizi per le persone diversamente abili. Lo stabilimento,  tra l’altro, offre corsi di pizzica, noleggio di canoe e pedalò, serate a tema, money-card ricaricabili.  Domeniche di agosto con i “mojito party”. Permesso l’accesso agli animali di piccola taglia. Sempre a Torre Mozza c’è il “Balelido”, lido  frequentato da una clientela medio-alta dove tutto è all’insegna della tranquillità e della privacy.

Infine Lido Marini: qui c’è il “Playa blanca”, stabilimento di proprietà di Gianni Stomachi e Matteo D’Errico che è dotato di una zona con 130 ombrelloni e lettini e un’altra area con soli lettini, circa 50, dedicata a chi non vuole lasciarsi scappare nemmeno un raggio di sole. Il lido è ideale per famiglie e per i giovani. Ecco poi “Zona Franca lounge beach” di Donatello Blanco: ambiente moderno, buona cucina. Qui si trovano ombrelloni in canna d’Africa posizionati ad ampia distanza l’uno dall’altro e dotati di tavolo in legno; c’è pure una zona all’ombra arredata con salottini.

Commenta la notizia!