Home Archives 2017

Archives

by -
0 318

GALATONE – Doppio appuntamento martedì 14 novembre, a Galatone, per le celebrazioni del V centenario della morte di Antonio De Ferrariis ‘Il Galateo’. Alle 16 presso la chiesa dell’Odegitria viene inaugurata la mostra “I codici greci e latini della chiesa Collegiata di galatone” a cura di Francesco Potenza, della biblioteca comunale, con gli interventi di mons. Fernando Filograna, vescovo della diocesi Nardò – Gallipoli, dell’assessore regionale Loredana Capone e del sindaco Flavio Filoni. Tra gli interventi quelli di Francesco Danieli e paolo Pellegrino, docenti di UniSalento, e di Stefano Parenti, del Pontificio ateneo Sant’Anslmo di Roma. I documenti relativi al patrimonio librario greco – bizantino custodito presso l’Archivio parrocchiale capitolare della chiesa Madre di Galatone potranno essere ammirati sino a sabato 18 novembre, dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.
Presso il Teatro Comunale, invece, dalle 17, si svolgerà la cerimonia di consegna del “Premio Galateo 2017”. I riconoscimenti andranno al ministro Dario Franceschini, al presidente dell’Accademia Pontaniana Fulvio Tessitore, all’oncologa del “Fazzi” di Lecce Graziana Ronzino, ai professori Mirko Grasso, Stefano Parenti e Nadia Cavalera, al giornalista e scrittore Raffaele Gorgoni, a Paola Pignatelli delle Edizioni Grifo, al ricercatore Antony Schiavone e, “honoris causa”, al professor Francesco Tateo. Premio “alla memoria” per l’ingegner Gianni Carlucci. La cerimonia si svolgerà al termine dello spettacolo ‘Eremita’ promosso dall’Istituto “E.Medi” di Galatone, con la coordinatrice Rossana Carpentieri e l’accompagnatore musicale Gianluigi Antonaci.

Nardò. È stato per secoli il cuore religioso, culturale, sociale ed anche economico della città e tornerà ad esserlo, il cinquecentesco Complesso conventuale del Carmine, compresa quella parte che fino agli anni 90 era il “mercato coperto”, l’antica “Piazza Serrata”, grazie ai lavori di restauro in corso e che dovrebbero a breve terminare.
Con un ultimo progetto da 1 milione e 50mila euro, già in fase di avanzata attuazione e che riguarda proprio la parte del “Mercato coperto” in via Pellettieri, si stanno per completare di fatto le opere di restauro: quelle già effettuate su una parte del primo piano che si affaccia sullo slargo della chiesa del Carmine, dove ha sede il Centro servizi culturali e bibliotecari comunali, e quelle da tempo in corso sul resto dell’edificio, dove, una volta ultimati i lavori, troveranno posto alcuni uffici comunali.

Il progetto, che si rifà anche al “Progetto dei lavori in fabbrico in ferro, zinco e basolato occorrenti per l’adattamento della Piazza Serrata di Nardò” del 1885, prevede, oltre al restauro di pianoterra e primo piano, la ricostituzione dell’impianto originario, con la ricostruzione dei colonnati (con tecniche e materiali attuali e senza “falsi storici”) e della cisterna centrale, di quello che era il secondo chiostro del convento (un portico perimetrale con 24 volte) che nel 1852, dopo la divisione della proprietà dell’edificio tra Ordine del Carmelitani e Comune di Nardò, fu trasformato in mercato alimentare, corrispondente allo spazio in cui fu poi realizzato, nei recenti anni Sessanta, il “Mercato coperto” in cemento armato e oggi in stato di abbandono. Previsto anche il rifacimento del basolato in via Pretura Vecchia, che costeggia il complesso, e la trasformazione di Piazza delle Erbe in uno spazio attrezzato e a verde, a misura di bambini, anziani e diversamente abili.

Il grande spazio dell’ex mercato coperto, invece, sarà utilizzabile per stand espositivi ubicati nell’ampia sala; sale per convegni,  concerti, sfilate di moda, per esposizioni di arredamenti e manufatti dell’artigianato e delle industrie locali, spazio amico per bambine e bambini, per giovani e per persone con abilità diverse. La Giunta comunale, però, ha già chiara la destinazione principale: farne la sede principale del “Politecnico del Made in Italy”, presieduto dall’imprenditore neritino Luciano Barbetta. Il progetto è stato predisposto dagli uffici tecnici del comune, sulla scorta di una serie di studi tecnici e storici prodotti dal professore Benedetto Vetere nell’ambito dell’Accordo di programma “Nardò Città Storica”, sottoscritto tra l’Università del Salento e Città di Nardò, e degli esiti dei processi conoscitivi che hanno visto la partecipazione di docenti universitari, di studenti della Aalto University (Finlandia) e di cittadini nell’ambito di un programma di Riqualificazione urbana finanziato per 2 milioni e 400mila euro.

desiati  (1)

CASARANO. Incontro con l’autore per i ragazzi dell’Istituto comprensivo Polo due di Casarano. Lo scorso 11 febbraio, presso l’auditorium comunale, lo scrittore Mario Desiati si è confrontato con i suoi giovani lettori sui temi dell’emigrazione e dell’immigrazione al centro di “Mare di zucchero”, il suo ultimo lavoro edito da Mondadori. Il romanzo narra la storia di due ragazzi nell’anno (il 1991) dell’approdo a Bari della nave “Vlora” con a bordo oltre 20mila profughi albanesi. Dopo aver letto e analizzato il romanzo in classe assieme ai propri insegnanti, i ragazzi hanno interagito con lo scrittore pugliese e approfondito le tematiche trattate nel suo ultimo lavoro. «Abbiamo proposto ai nostri ragazzi la lettura del libro di Desiati – afferma la professoressa Domenica Colazzo – perché presenta in modo molto semplice e piacevole un tema ancora attualissimo. La maggior parte di loro non aveva mai sentito parlare dello sbarco massiccio di gente proveniente dall’Albania negli anni Novanta. Il loro interesse è stato determinato anche dal fatto che la vicenda narrata è capitata a loro coetanei non moltissimi anni fa. Alcuni si sono immedesimati e hanno fatto loro l’ansia di libertà, altri avrebbero voluto esserci per dare loro aiuto e solidarietà. Questa grande partecipazione è stata espressa all’autore con domande e riflessioni, disegni e cartelloni di sintesi del lavoro svolto nelle classi»». Tra le testimonianze proposte quella di una signora di Casarano che ha ospitato una famiglia di migranti per alcuni anni, fornendo loro un lavoro che gli ha poi permesso di poter tornare il rientro in Albania.


GALLIPOLI. Viene definita “burrasca forte”, la perturbazione che si è abbattuta sulla Città Bella nella giornata di oggi, a fronte della violenta ondata di maltempo che ha interessato il Salento nelle ultime ore. A Gallipoli la furia del vento si è fatta sentire sul lungomare Galilei e in particolar modo, ancora una volta, nella zona della “Giudecca”, dove le onde alte hanno invaso le strade circostanti. Alcune di queste, vicine a corso Roma, sono apparse impraticabili a causa della presenza di detriti trasportati dalla forza della mareggiata. Alle 9:48 il sito reaction.it ha registrato la raffica di vento più forte, con il libeccio che ha soffiato sino ai 90 km orari. Nel primo pomeriggio, alle 14:03 un’altra forte raffica, quasi simile alla precedente.

TAVIANO. Reading, laboratori, incursioni musicali e sportive. Domenica 25 a Taviano associazioni e tanti cittadini hanno partecipato alla lunga staffetta letteraria sul tema della libertà d’espressione organizzata da Associazione culturale Vittorio Bachelet, Libreria Antica Roma, Società operaia di Taviano. Durante l’evento, quest’anno legato ai tragici fatti di Parigi, gli ospiti si sono alternati nella lettura di brani e poesie su pluralismo, diritti e libertà. Spazio anche alla musica e alla creatività con i laboratori per più piccoli.

TAURISANO. Grande festa per la protezione civile “Taurus” di Taurisano, che domenica 14 dicembre ha inaugurato il nuovo automezzo di soccorso e la nuova sala del Centro operativo comunale e ha festeggiato il ventesimo anniversario dell’associazione.
Dopo la benedizione del parroco di Maria SS. Ausiliatrice, don Leonardo Salerno, hanno preso la parola i rappresentanti delle istituzioni. Erano presenti il sindaco Lucio Di Seclì, l’assessore alla protezione civile Francesco Damiano, l’assessore regionale Loredana Capone, la dirigente regionale della Protezione civile Lucia Di Lauro, il responsabile provinciale Giulio Mele, il presidente del coordinamento provinciale Salvatore Bisanti e il presidente dell’associazione cittadina Luigi Vanini.
Accorsi all’inaugurazione anche numerosi volontari delle associazioni di protezione civile dei paesi del Sud Salento. Il nuovo automezzo attrezzato e le attrezzature della sala operative sono stati acquistati grazie ai finanziamenti della Regione Puglia.

NARDÒ. Ai ragazzi del Comprensivo Polo 1 sarà data l’opportunità di avere “L’orto a portata di mano”. Questo il nome del progetto, realizzato insieme a “Campagna Amica” della Coldiretti di Lecce, che coinvolge ben 40 classi dell’istituto diretto dal professor Bruno Tiene. Dal 30 settembre scorso gli alunni sono impegnati – e lo saranno fino a maggio prossimo – nella coltivazione e nella raccolta di ortaggi, nell’azienda neretina “Raimondo Portorico”, che svolge queste attività col metodo biologico, rispettando l’ambiente. «L’obbiettivo è educare i bambini al rapporto con la terra, alla scoperta del cibo che va a chilometro zero dal produttore al consumatore. È importante spiegare ai ragazzi che l’insalata non cresce sugli scaffali dei supermercati», spiega Teresa Buttazzo, responsabile di “Campagna Amica”.
Ma le attività degli alunni del Polo 1 non si limiteranno alla coltivazione: grazie a Legambiente, che partecipa all’iniziativa, sarà costruita una compostiera che utilizzerà i rifiuti come concime; in collaborazione con i ragazzi del liceo “Vanoni”, e in particolare con i frequentanti l’indirizzo del liceo artistico dell’istituto, con la terra e le piante i bambini realizzeranno opere artistiche e disegni; infine, grazie agli studenti del “Moccia” – l’istituto alberghiero – molti dei prodotti coltivati saranno utilizzati per la creazione di alcuni piatti. «Un bel progetto, sicuramente formativo perché abbraccia diversi aspetti»,  conclude la Buttazzo.

TAVIANO. Gran lavoro per le squadre della Protezione Civile di Taviano, chiamate ad intervenire in diversi punti critici della città e della marina, dove le caditoie ostruite hanno provocato un allagamento dei tratti stradali. Particolarmente critica la situazione alla scuola media “A. De Blasi”, dove i volontari della Protezione Civile erano già intervenuti ieri anche per smaltire il deposito di acque piovane creatosi sui solai dell’edificio. Dopo un sopralluogo effettuato in queste ore presso la scuola dal sindaco Carlo Portaccio, accompagnato dal preside e alcuni docenti, è stata disposta la chiusura totale di tutto l’edificio fino al 09 ottobre e la chiusura delle aule al primo piano fino a sabato 11. Le lezioni riprenderanno nella massima sicurezza a seguito dei necessari controlli.

by -
0 1169

GALATONE. Ha vinto la pioggia sul campo comunale “G. Rizzo” di Galatone. Le precipitazioni dei giorni scorsi hanno reso la struttura impraticabile, facendo riemergere un problema a tutti noto: lo stato precario in cui versa da tempo il terreno di gioco di Galatone. Non ne è passato molto di tempo da quando Massimiliano De Leo, presidente dell’Unione Sportiva, a poco più di un mese dall’inizio del campionato, chiedeva polemicamente aiuto all’amministrazione per dare ai suoi giocatori e tifosi una struttura adatta ad ospitare partite di calcio. Ma sono serviti a ben poco – come testimonia il profilo Facebook dell’Unione sportiva che ha pubblicato le foto –  i lavori provvisori per liberare i canali di scolo, in modo da far defluire l’acqua che si è accumulata in seguito alla pioggia.

by -
0 6462

GALLIPOLI. Nei giorni scorsi una bella nave da crociera, la “Seabourn Spirit” si è offerta all’ammirazione dei gallipolini e dei turisti. I crocieristi, in gran parte americani, si sono riversati nella città vecchia. La nave, specializzata in crociere di lusso, tornerà nel mare di Gallipoli a ottobre, così come lo è stata nei mesi scorsi. Per la città si aprono nuove opportunità con lo sviluppo di questo settore d’élite che è destinato ad avere ricadute importanti sull’economia della città. Lo sviluppo di una città di mare, bella come la “perla dello Ionio”, passa anche attraverso le navi da crociera.

FELLINE. Spunta un metodo “alternativo” per accedere a quella che, in passato, era stato definito dagli oppositori un “recinto”. Si presenta così (le foto sono state scattate nella serata di venerdì 19 settembre) uno degli ingressi all’isola pedonale che limita il traffico nel cuore di Felline. Una misura, quella di chiudere il centro storico con sbarre telecomandate, accolta in passato con non poca preoccupazione, e spesso messa in discussione con modalità vandaliche. Le sbarre, azionate tramite apposite schede magnetiche in dotazione di residenti e altri utenti autorizzati, sono state danneggiate in uno dei punti di ingresso al centro storico, in cui operano numerosi ristoranti e trattorie che occupano anche spazi pubblici per le loro attività.

by -
0 1498

Due arresti e un chilo di eroina posta sotto sequestro sono il risultato dell’operazione antidroga condotta ieri dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Lecce. Le manette sono scattate ai polsi del 45enne F.M. e del 25enne P.R., entrambi leccesi e già noti per numerosi precedenti in materia di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Prima di poter arrestare i due, gli uomini delle Fiamme gialle si sono posti all’inseguimento della loro Volkswagen Golf di color nero che procedeva, ad andatura elevata, in direzione Brindisi sulla Strada statale 613. All’interno dell’autovettura, bloccata nei pressi di Cerano, c’erano anche 1.060 euro in contanti, mentre il più giovane dei due nascondeva nei pantaloni un involucro di cellophane del peso di un grammo contenente marijuana. La successiva perquisizione nelle abitazioni dei due fermati ha permesso, inoltre, il sequestro (nell’alloggio del più giovane nella zona 167/A di Lecce) di un fucile semiautomatico con matricola abrasa a canne mozze con 24 cartucce, di una pistola calibro 7.65 completa di caricatore e tre cartucce, di un pistola “softair” calibro 6 priva del tappo rosso e di un bilancino di precisione, mentre nell’altra abitazione, sita nel quartiere Aria sana del capoluogo, è stato ritrovato un involucro contenente un grammo di hashish.

Alcuni momenti della Festa della Madonna delle Grazie che si concluderà questa sera, 9 settembre, con il concerto di Alex Britti in piazza della Repubblica.

SANNICOLA. Sono stati lo sputafuoco “Cocò” (Cosimo Scarlino di Taurisano) e le ballerine Carlotta e Leonise del Dancer Project di Lecce, presentati da Mino Munitello di Ugento, a incantare il pubblico intervenuto per il “Motoraduno Alex”, che ha visto nei giorni scorsi la partecipazione di numerose auto e moto d’epoca e moderne. «Se il pubblico si è divertito – commenta il presidente Cosimo Petruzzi – ci siamo divertiti anche noi». La manifestazione è partita da piazza della Repubblica, per fare la prima tappa al cimitero e salutare Alex 17enne scomparso sei anni fa, a bordo della sua “due ruote” sulla via del mare. «Ci siamo diretti al mare e poi – prosegue il presidente – tornado da Chiesanuova abbiamo fatto tappa alla cooperativa olearia per aperitivo e degustazione. Seconda sosta, dopo il giro della zona delle serre, al bar Orchidea per un altro aperitivo con magnum di champagne e infine, abbiamo concluso il giro in piazza rinfrescandoci stavolta con l’aperitivo del Bar Cristina». Don Camillo ha benedetto i mezzi di trasporto e le persone. Le danzatrici hanno intrattenuto il pubblico, oltre che con le loro movenze caraibiche anche facendo delle foto divertenti con le auto, le moto e il pubblico. «Ringrazio l’associazione per quello che organizza in ricordo di Alex – commenta Silvio Picciolo, padre del ragazzo scomparso – ringrazio anche l’amministrazione per aver consentito l’evento. Ad aprile, sono 6 anni da quando il destino ce lo ha portato via» conclude commosso. A fine serata pizzica con Ariacorte.

GALATONE. Nelle foto la giornata di ieri, 26 agosto, dedicata a La Reggia. I ragazzi di “Questa Reggia non è un albergo” hanno dato vita alla quinta edizione della giornata di sensibilizzazione dedicata alla pulizia della scogliera e al confronto con un dibattito sulla petizione lanciata dagli stessi ragazzi del Comitato, qualche mese fa, per salvaguardare il tratto costiero, sono intervenuti, tra gli altri, il direttore generale di Legambiente Puglia, Maurizio Manna (di Gallipoli), e l’architetto Antonio Zuccalà. La manifestazione proseguita per tutta la serata ha visto anche l’esposizione di oggetti creati con materiali di scarto da parte dei ragazzi di “Contrada Lusci” e il workshop sulle erbe dell’area a cura dell’associazione ecomuseale “Kroke” e le esibizioni di P40, menestrello salentino, e dell’attore Simone Franco con lo spettacolo di Stone balancing “Fabbricanti d’armonie”.

GALLIPOLI. Si è tenuta sabato 23 agosto a partire dalle 21 e 30 la seconda tappa del Festival in blu dal titolo “Modern, Lirics e Songs -Ensemble Terra del sole” presso piazza Falcone Borsellino a Gallipoli.  Protagonisti della serata Antonio Ancora (voce), vincitore di Xfactor del 2008 insieme al gruppo salentino “Aram Quartet”,  Maria Luisa Lattante (soprano), Alessandro Manzolelli (clarinetto), Alessandro Gazza (fisarmonica), Enrico Tricarico (pianoforte), Gianluca Pallocca (controbbasso), Angelo Schiettino (percussioni) con Luigi Giungato come presentatore. Successo di pubblico anche se hanno avuto il sopravvento durante la serata pioggia e vento di tramontana.

La rassegna del  “Festival in blu”si concluderà il 6 settembre presso la Sala Coppola di Palazzo Balsamo nel centro Storico (dove è custodito un pianoforte storico dello scorso secolo) con “Storie di tango”, con Cristian Calò alla fisarmonica, Enrico Tricarico al pianoforte e Salvatore Coluccia come voce narrante. Ingresso libero a partire dalle ore 21. Per informazioni 0833 263007. La rassegna ha avuto l’appoggio, tra gli altri, della Pro loco con il presidente Renato Imbriani e del Comune di Gallipoli nella persona del consigliere Paolo Barba, entrambi presenti alla serata.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...