Tutti al lavoro, questo patrimonio è nostro

Rifiuti raccolti e insaccati

Taviano. Due spiagge unite per salvaguardare l’ambiente: Torre Suda e Mancaversa a braccetto per pulire i litorali e le spiagge ma anche i fondali per ridare splendore al nostro profumatissimo e limpidissimo mare.

Una scelta azzeccata con tanti volontari a dare una mano in maniera disinteressata. A dare il via all’iniziativa il portale di informazione turistica “Cuoresalentino” che ha coniato il motto “L’ambiente ringrazia se tu lo rispetti”.

A questo richiamo sono stati in molti a rispondere. Così domenica 10 giugno si sono dati appuntamento a Torre Suda (di fronte alla Chiesa) e a Mancaversa (in piazza S. Anna). Alla manifestazione hanno partecipato molte associazioni di volontariato tra cui i “Boy-Scout di Racale e Taviano, le Pro loco, “Diving sub” professionisti e speleologi di Gallipoli, “Css Centro sub Salento”, “Virtus Volley Taviano”, Gial plast”, “Reho mare”, “Protezione civile” Racale e Taviano, “Radio Skylab” , amministratori comunali e tante famiglie. «Non potevamo stare a guardare.

Anche noi ci teniamo all’ambiente e desideriamo salvaguardarlo» è il commento del neo sindaco di Racale, Donato Metallo. Dal canto suo, Carlo Portaccio, primo cittadino di Taviano, ha aggiunto: «Dobbiamo dare forza a tutti questi volontari che impegnano il proprio tempo alla salvaguardia dell’ambiente che ci circonda».

 

                                         RP

  • roberto

    il vero problema è il grandissimo numero di sporcaccioni esistenti nei nostri paesi che dovrebbero essere severamente puniti dai cittadini, dai vigili urbani e dalle forze dell’ordine che ignorano completamente il problema.

  • Luciano

    Non sarebbe una cattiva idea istituire una vigilanza per le nostre marine con contatto diretto con i vigili o le forze dell’ordine perchè il problema è che se il cittadino dovesse fare delle rimostranze nei confronti dei maleducati sicuramente finirebbe in rissa visto che la buona educazione non’è di casa con queste persone.Perchè se avessero l’accortezza di mettere tutti i rifiuti in una busta e portarseli a casa tutto questo non avrebbe seguito ma si sà che la mamma dei cretini e maleducati è sempre in cinta

  • giuseppe

    si potrebbe iniziare a installare qualche telecamera, che, con l’aiuto di apposite segnalazioni, potrebbe scoraggiare coloro che sporcano. E poi bisogna martellare l’amministrazione di gallipoli, che non deve pensare solo a fare multe, ma dovrebbe incoraggiare e finanziare delle associazioni di cittadini che ci tengono alla pulizia dei lidi, installare più cassonetti dei rifiuti che mancano, iniziare a fare la raccolta differenziata….anche sulle spiagge….